Basilicata, bando Alsia per la consulenza fitosanitaria gratuita

consulenza fitosanitaria
Occasione per oltre ottocento aziende agricole lucane, per avere un supporto nelle scelte gestionali per la difesa integrata e biologica delle colture, in linea con gli indirizzi e le normative comunitarie

È riservato a un massimo di 842 aziende agricole lucane il bando dell’Alsia (Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura) che prevede, nel prossimo triennio, di fornire consulenza fitosanitaria diretta gratuita agli imprenditori agricoli, a supporto delle scelte gestionali per la difesa integrata e biologica delle colture, in linea con gli indirizzi e le normative comunitarie e nazionali per la sostenibilità ambientale delle attività agricole.

 

 

Cosa prevede il servizio

Ogni azienda ammessa usufruirà gratuitamente di un’analisi dei punti critici aziendali e delle possibili soluzioni oltre che di consulenza fitosanitaria per la gestione aziendale. Usufruirà, inoltre, dei servizi online dell’Alsia dedicati (es. consiglio irriguo e consiglio alla difesa basati sui dati agrometeorologici, il monitoraggio fitosanitario e l’uso dei modelli previsionali), con possibilità di accedere con priorità ai corsi organizzati dall’Agenzia per l’uso dei prodotti fitosanitari o a iniziative di aggiornamento professionale.

Requisiti e priorità

I richiedenti devono essere titolari di aziende agricole in possesso di Partita Iva, iscritte alla Camera di Commercio di Basilicata e con fascicolo aziendale.

Avranno priorità le aziende condotte da imprenditori beneficiari del primo insediamento già insediati alla data del bando; le aziende condotte da giovani agricoltori con un'età non superiore ai 41 anni compiuti alla data di pubblicazione del bando; aziende ricadenti in aree regionali sottoposte a misure di tutela e conservazione (es. Aree Natura 2000, aree parco o riserva, aree a rischio o soggette a desertificazione, aree a rischio contaminazione delle acque libere e di falda da fitofarmaci, aree soggette alla normativa nitrati Zvn, aziende in aree svantaggiate e di montagna); aziende aderenti a misure agro-climatico-ambientali, con priorità per le aziende biologiche e per quelle in agricoltura integrata; imprese con produzioni intensive (ad esempio: coltivazioni sotto serra, orticoltura da industria, ecc.). A parità di priorità, sarà considerato l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Il bando scadrà il 19 dicembre 2020. La domanda andrà presentata tramite Pec all’indirizzo alsia@postecert.it o consegnata a mano presso il protocollo delle strutture dell’Alsia. Bando, informazioni e modulistica sono disponibili qui

Incentivo a un'agricoltura più sostenibile

«Con il servizio di consulenza – ha commentato l’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli – le nostre aziende potranno migliorare la loro organizzazione aziendale per la gestione dei prodotti fitosanitari, la corretta distribuzione degli stessi, l’uso razionale delle macchine irroratrici. Con questa azione si incentiva un’agricoltura più sostenibile, rispettosa dell’ambiente e green. Siamo fortemente convinti che il rispetto dell’ambiente è uno dei pilastri su cui dobbiamo puntare per l’agricoltura del domani, più rispettosa del pianeta, biologica e fondata sull’applicazione delle biotecnologie».

«Il servizio – ha commentato il direttore dell’Alsia Aniello Crescenzi – ci consentirà di individuare una serie di aziende che, siamo convinti, supererà il numero massimo previsto. Ecco perché siamo già pronti ad ampliare la platea delle imprese a cui sarà rivolto, attraverso requisiti molto precisi che abbiamo individuato, a cominciare dai giovani agricoltori nelle aree a maggior sensibilità ambientale. Il programma coinvolgerà alcuni territori con maggiore vocazione come il Metapontino o l'Alto Bradano, ma anche le diverse tipologie di aziende come quelle vitivinicole o cerealicole e ortofrutticole e di agricoltura intensiva».

Basilicata, bando Alsia per la consulenza fitosanitaria gratuita - Ultima modifica: 2020-11-16T15:26:38+01:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome