La protesta agricola arriva a Bruxelles

protesta
Mentre era in corso il Consiglio agricolo Ue: 7.000 agricoltori europei con quasi 2mila trattori hanno paralizzato la capitale belga

protesta

protesta

Battaglia a Bruxelles, mentre era in corso il Consiglio agricolo Ue: 7.000 agricoltori europei con quasi 2mila trattori hanno paralizzato la capitale belga per protestare contro la politica comunitaria, i prezzi insostenibilmente bassi, la non tutela dei produttori agricoli. Le sedi del Consiglio e della Commissione Ue sono state oggetto del lancio di uova, petardi, pannelli stradali e balle di fieno. I manifestanti hanno anche dato fuoco a copertoni e cataste di legno e provato a forzare i blocchi della polizia: tre gli agenti feriti.

Agricoltori italiani presenti con tutte le sigle, da Agrinsieme a Coldiretti fino ad arrivare a Copa-Cogeca.

Intanto al valico del Brennero altra protesta: migliaia di coltivatori diretti hanno “bloccato” simbolicamente il passaggio di materie prime agricole per verificarne provenienza, destinazione e natura, protestando contro un’Europa che non difende i prodotti di qualità.

 

La protesta agricola arriva a Bruxelles - Ultima modifica: 2015-09-14T11:57:34+00:00 da Sandra Osti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome