Compag, verso una nuova struttura più competitiva

Da sinistra: Angelo Frascarelli, Rosario Trefiletti, Gianmichele Passarini, Alberto Ancora, Fabio Manara
Il convegno nazionale Compag (la federazione dei commercianti dei prodotti per l’agricoltura), che si è tenuto a Bologna, ha messo in evidenza le criticità con le quali si devono misurare i dealer per rimanere competitivi

“Quale agricoltura per quale consumatore?”. È questo il leitmotiv, oltre che il titolo, del Convegno nazionale di Compag (la Federazione nazionale delle rivendite agraria), che si è tenuto oggi (20 novembre) a Bologna presso il Savoia Hotel Regency.

Sono stati tre, in particolare, i temi che hanno animato l’incontro: il rinnovamento e l’ampiamento della struttura di Compag (con un’apertura più spinta allo stoccaggio e alla filiera cereali), la revisione del Pan (Piano di azione nazionale per l’uso dei prodotti fitosanitari) e la necessità di tener aggiornato il consumatore sulla qualità dei prodotti agricoli (argomento al quale è stata dedicata un’apposita tavola rotonda in coda al convegno).

Sempre più stoccaggio

Fabio Manara

Per quanto riguarda il primo punto è stato ufficializzato quanto avevamo già anticipato su Terra e Vita 31, relativamente all’impegno da parte di Compag, di ampliare le proprie competenze a sostegno degli stoccatori e dei commercianti di cereali.

Questi erano già presenti in Compag ma l’associazione non aveva ancora sviluppato una specifica preparazione per questo comparto. Sezione che sarà guidata da Mauro Acciarri, già delegato cereali di Compag e attualmente responsabile di un’azienda che opera anche nel settore degli stoccaggi e che da anni è impegnato nella creazione di accordi di filiera.

«Molte nostre aziende associate - ha detto il presidente di Compag Fabio Manara - hanno completato la loro attività di vendita di mezzi tecnici con lo stoccaggio; altri addirittura ne hanno fatto la loro attività principale, e come associazione non potevamo rimane alla finestra.

In questo modo entriamo a pieno titolo in Coceral, l’associazione europea che rappresenta, oltre ai dealer di agroforniture, il commercio di cereali, riso, mangimi, semi oleosi, olio d'oliva, oli e grassi».

La revisione del Pan

Vittorio Ticchiati

Vittorio Ticchiati, direttore di Compag, ha ricordato l’iter travagliato del Pan che, approvato per la prima volta nel febbraio 2014, doveva avere la prima revisione dopo 5 anni. Al momento però il “nuovo Pan” non è stato ancora approvato e non si sa quando questo avverrà.

«Le nuove proposte per l’aggiornamento del Piani - ha detto Ticchiati - hanno tutte una netta impronta ambientalista. Di per se non sarebbe un problema; il fatto è che queste implicano netti divieti e restrizioni che provocherebbero forti diminuzioni delle produzioni e non permetterebbero lo sviluppo di nuove tecnologie.

La nostra richiesta è quella di mediare su queste proposte per non creare problemi ai nostri agricoltori».

Attenzione per il consumatore

Negli ultimi tempi i mezzi tecnici per l’agricoltura e le tecniche per la loro applicazione hanno visto una importante evoluzione, con la diffusione delle produzioni integrate e di misure ambientali per fornire ai consumatori alimenti di qualità e diversificati con un impatto sull’ambiente sempre più ridotto.

Angelo Frascarelli

È mancata però, come ha ricordato anche Rosario Trefiletti del Centro consumatori Italia, un’informazione adeguata relativamente all’elevato sviluppo tecnologico dei mezzi tecnici e alla qualità delle produzioni.

E mentre si fa strada l’agricoltura smart, «innovativa, sostenibile e con il consumatore al centro», come ha ricordato Angelo Frascarelli, che ha condotto l’incontro, secondo Gian Michele Passarini, presidente della Cia Veneto «l’agricoltore è pronto a stilare un patto col cittadino».

Intanto «le aziende agrochimiche continuano a investire in innovazione» a sostegno di un’agricoltura a basso impatto, come ha ricordato Alberto Ancora, presidente di Agrofarma.

In questo contesto la posizione del dealer nella filiera si fa sempre più determinante per svolgere un’importante azione di consulenza che, alla fine, ne determina anche il successo commerciale. E Compag ha accettato di sostenere questa sfida.

Prossimo appuntamento

Si replicherà il 12 dicembre a Cassino (Fr) presso l'hotel Edra Palace con il convegno Compag per i commercianti delle aree del Centro-Sud.

Compag, verso una nuova struttura più competitiva - Ultima modifica: 2019-11-20T18:49:12+00:00 da Alessandro Maresca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome