Cocciniglie degli agrumi, occhi aperti in estate

Larva di coccinellide a caccia di cocciniglie
Questo è il periodo in cui arriva la nuova generazione. Monitorare e controllare le delicate e mobili neanidi di prima età consentirà di evitare guai maggiori in seguito

Sono diverse le specie di cocciniglie che infestano gli agrumi ma tutte, tra la fine di giugno e l’inizio di agosto, danno vita a una nuova generazione che andrà opportunamente controllata per ottenere risultati efficaci nei mesi successivi, quando è importante evitare l’infestazione e l’imbrattamento dei frutti. In questo periodo, infatti, schiudono le uova e le neanidi di I età che sgusciano, forme delicate e mobili, sono lo stadio di massima suscettibilità delle cocciniglie alle avversità climatiche e ai trattamenti. Prima di decidere un eventuale intervento, occorrerà monitorare l’inizio dello sgusciamento, individuare la specie presente, verificarne lo stadio e il grado d’infestazione, considerare l’andamento climatico e valutare la presenza di antagonisti.

Il monitoraggio

Negli agrumeti interessati dalla cocciniglia mezzo grano di pepe (Saissetia oleae) o dalla cocciniglia a elmetto (Ceroplastes ruscii, C. sinensis), il monitoraggio andrà effettuato sollevando il corpo della femmina e osservando con una lente di ingrandimento le uova sottostanti. Queste saranno di colore rossastro se ancora piene mentre i gusci vuoti appaiono come scagliette secche e traslucide. Le piccole neanidi sono facilmente osservabili sulla pagina inferiore delle foglie, lungo le nervature. Soglie di intervento orientative sono di 4 adulti per 40 cm di rametto o 3-5 neanidi per foglia.

Forte infestazione di A. Aurantii su limone

Tra le varie cocciniglie, la rossaforte (Aonidiella aurantii) è tra le più problematiche da controllare. Questo insetto sverna in vari stadi di sviluppo, le femmine fecondate depongono scalarmente 60-150 uova ma le neanidi nascono immediatamente. Dopo la fuoriuscita dal follicolo materno, hanno una breve fase mobile e poi si fissano colonizzando cosi nuova vegetazione. Solitamente l’aonidiella compie quattro generazioni complete all’anno.

Il primo volo dei maschi, meno intenso, si verifica tra la fine di aprile e l’inizio di maggio. Il secondo nella prima decade di luglio. Il terzo a fine agosto e il quarto a fine settembre-inizio di ottobre. Anche per questa cocciniglia il momento migliore per intervenire è allo sgusciamento delle neanidi, che può variare da un anno all’altro e solitamente è abbastanza scalare. Per quest’ultima caratteristica è spesso utile ripetere il trattamento a 10-15 giorni circa dalla prima applicazione, soprattutto se non si utilizzano prodotti sistemici e persistenti.

Indicazioni precise sul momento opportuno di esecuzione del trattamento possono essere ottenute dai modelli previsionali basati sul calcolo dei gradi giorno (utilizzati per esempio in Sicilia e Basilicata) che, insieme al monitoraggio in campo dei voli e delle uova, consentono di determinare con buona precisione il periodo di massimo sgusciamento delle neanidi.

I prodotti disponibili

I prodotti disponibili su agrumi contro le cocciniglie non sono molti. Oltre alla possibilità di utilizzare antagonisti naturali si potrà utilizzare olio minerale estivo, ammesso in biologico e che andrà posizionato al completamento dello sgusciamento. Gli esteri fosforici, sempre dopo la schiusura. Il neonicotinoide acetamiprid (sistemico in senso acropeto) e lo spirotetramat (capace di sistemia ascendente e discendente).

Il regolatore di crescita pyriproxifen, invece, dovrà essere applicato in anticipo, a circa il 70% di schiusa delle uova. L’estere fosforico clorpirifos (etile) può essere impiegato solo su mandarino mentre il meno persistente “cugino” clorpirifos-metile può essere utilizzato sulle diverse specie di agrumi.


Articolo pubblicato sulla rubrica L’occhio del Fitopatologo di Terra e Vita

Abbonati e accedi all’edicola digitale

Cocciniglie degli agrumi, occhi aperti in estate - Ultima modifica: 2019-07-06T11:48:34+00:00 da K4

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome