Contributi a fondo perduto, alla burocrazia ci pensa la banca

fondo perduto
Nuovo servizio di informazione e assistenza offerto da Banco Desio per l’accesso ai vari iter di domanda dei bandi di contribuzione pubblica a fondo perduto, a cominciare dai Psr

Non solo accesso al credito, tassi o garanzie, sono gli argomenti con cui gli imprenditori agricoli si ritrovano a fare i conti tradizionalmente. In un mondo che cambia rapidamente e al cospetto di sempre maggiori opportunità di accesso a contribuzioni pubbliche a fondo perduto, o altre forme agevolative a maggior ragione in discendenza dei recenti provvedimenti di rilancio post pandemico dei vari comparti economici, le aziende agricole cercano assistenza, consulenza qualificata, condivisione di piani, progetti.

In quest’ottica e con l’ambizione di provare a dare risposte non solo tradizionali bancarie al comparto agrario e alle Pmi del settore primario, il Gruppo Banco Desio ha messo a catalogo un servizio innovativo di informazione e assistenza per l’accesso ai vari iter di domanda dei bandi di contribuzione pubblica a fondo perduto, a cominciare dai Psr.

Richiesta d’aiuto

L’idea di questo servizio è nata proprio dalla quotidiana rilevazione sul campo delle difficoltà che spesso gli imprenditori agricoli lamentano relativamente al tema della contribuzione pubblica a fondo perduto. Molti evidenziano frequentemente una scarsa informazione da parte dei loro tradizionali canali di riferimento, o difficoltà nell’approcciare gli iter di richiesta, nell’individuazione del bando più opportuno alle proprie progettualità aziendali, nella raccolta e verifica dei documenti e degli adempimenti necessari. Tutto ciò, molto spesso, si traduce in perdita di importanti opportunità di crescita e sviluppo aziendale.

Per questo Banco Desio ha approntato questo nuovo servizio che parte proprio dalla ricerca dei bandi e delle misure di contribuzione pubblica a fondo perduto e nel confronto preliminare delle caratteristiche di tali provvedimenti con il proprio database di clienti.

Banca sentinella

Una delle novità rilevanti di questa iniziativa risiede nel fatto che è poi l’Ufficio agrario di Banco Desio a contattare le aziende clienti che risultano potenzialmente interessate da un bando/misura in emissione e le informa di questa opportunità. L’Ufficio agrario quindi si mette a disposizione per un incontro preliminare gratuito di approfondimento senza alcun aggravio di lavoro per la propria rete di filiali.

Qualora l’azienda agricola confermi il proprio interesse e la volontà di procedere con l’iter di accesso alla domanda di contribuzione pubblica a fondo perduto, l’Ufficio agrario di Banco Desio si propone come partner per tutto il percorso necessario fino all’accesso in graduatoria con un servizio di assistenza in ogni passaggio previsto dai vari disciplinari.

Supporto a 360 gradi

L’imprenditore agricolo resta protagonista e titolare della richiesta anche nell’inserimento telematico di dati e documenti previsti, ma può contare sull’aiuto dell’Ufficio agrario di Banco Desio nella gestione, raccolta e verifica dei documenti e degli adempimenti necessari, oltre che nell’intero percorso progettuale, compresa la valutazione di tutte le coperture finanziarie dell’eventuale investimento, ovvero della parte che non fruirà dell’eventuale assegnazione di contribuzione pubblica.

Dopo il prolungato e sofferto iter di sblocco delle dotazioni finanziarie per i Psr 2021-2022, ora non resta che attendere le imminenti nuove aperture o riaperture delle varie misure per sperimentare subito sul campo il nuovo servizio.

Contributi a fondo perduto, alla burocrazia ci pensa la banca - Ultima modifica: 2021-07-23T10:03:10+02:00 da K4

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome