47,5 miliardi per la reazione alla crisi post pandemia

Uno scorcio della sede di Bruxelles dell'EuroParlamento
Accordo EuroParlamento-Consiglio per il sostegno all’economia europea colpita dagli effetti dell’emergenza sanitaria. I fondi React-Eu stanziano 37,5 miliardi per il 2021 e 10 per il 22 indipendentemente dal blocco operato da Ungheria e Polonia sui fondi del Next Generation Ue e sul bilancio settennale della Pac

Un comunicato del Parlamento europeo informa che «Le istituzioni dell'Ue hanno raggiunto un accordo provvisorio sull'impiego di risorse e misure per mitigare gli effetti immediati della crisi Covid-19».

 

 

Il grosso nel 2021

«Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno concluso i negoziati sulla mobilitazione di fondi Ue per promuovere la ripresa dalla crisi in risposta alla pandemia covid-19 e alle sue conseguenze sociali. Le misure hanno l'obiettivo di sostenere una ripresa verde, digitale e resiliente dell'economia europea (React-Eu)».

L’agenzia Agrapress riporta che React-Eu fornirà 47,5 miliardi di euro nei prossimi due anni. le risorse saranno rese disponibili attraverso i fondi strutturali dell'Ue, con 37,5 miliardi di euro stanziati per il 2021 e 10 miliardi di euro per il 2022.

Risorse aggiuntive

Le operazioni coperte dall'accordo saranno ammissibili a partire dal 1 febbraio 2020. Inoltre, i Paesi dell'Ue potranno utilizzare queste risorse aggiuntive fino alla fine del 2023, oltre alla proposta originaria della commissione del 2022. Le risorse di React-Eu sono aggiuntive rispetto a quelle previste nel piano di ripresa (Next Generation Ue)".

Maggiori informazioni (in inglese) qui

47,5 miliardi per la reazione alla crisi post pandemia - Ultima modifica: 2020-11-19T00:33:31+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome