Calamità naturali, 63 milioni di euro alle imprese agricole colpite

calamità
Via libera del Consiglio dei MInistri al decreto che indennizza le aziende danneggiate dalle calamità naturali. Più fondi a Emilia-Romagna e Piemonte

Cinque anni abbondanti di calamità. Migliaia di aziende agricole in ginocchio. Stati di emergenza a go-go.

Ora arrivano oltre 63 milioni di euro per i danni alle imprese agricole colpite da calamità naturali negli anni dal 2013 al 2018 in Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Toscana e Veneto.
Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri di sabato 21 dicembre, come riporta una nota del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

Bellanova: «Uno sblocco importante di risorse»

«Con il via libera di oggi - afferma la ministra alle Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova - sblocchiamo risorse importanti destinate alle imprese danneggiate da calamità naturali nel periodo dal 2013 al 2018 per le quali è intervenuta la dichiarazione dello stato di emergenza. Adesso, nel rispetto delle procedure adottate dalla Protezione

Teresa Bellanova

Civile, sarà cura degli uffici regionali procedere speditamente per definire le modalità attuative tali da consentire l'erogazione delle risorse indicate».

La suddivisione per regioni

In particolare, con la delibera approvata, si riconoscono: 138mila euro alla Basilicata; 7,18 milioni di euro alla Campania; 18,88 milioni di euro all'Emilia-Romagna; 600mila euro al Friuli Venezia Giulia; 9,92 milioni di euro alle Marche; 16 milioni di euro al Piemonte; 98mila euro alla Toscana; 10,38 milioni di euro al Veneto.

Calamità naturali, 63 milioni di euro alle imprese agricole colpite - Ultima modifica: 2019-12-23T08:37:29+00:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome