Italmopa: produzione di frumento duro giù del 2%, il tenero cresce del 5%

campagna cereali 2019
Il clima si è fatto sentire e il frumento, duro in particolare, ha pagato dazio. E dall'estero arriveranno quantititivi importanti di grano. I dati Italmopa

Dopo i primi timidi segnali di ripresa delle quotazioni di frumento (leggi qui) arrivano le stime di produzioni ufficiali, quelle di Italmopa-Associazione Industriali Mugnai d'Italia.

Per l'associazione è in calo del 2% la produzione nazionale di frumento duro, ma non quella del tenero che aumenta del 5%.

Un raccolto in via di conclusione sul quale la qualità in alcune aree ha risentito non poco dell'andamento anomalo del clima.

Italmopa - in una nota - ricorda che dal comparto dipendono farine e semole destinate a prodotti simbolo del made in Italy quali pane, pizza, prodotti dolciari e della pasticceria e pasta.
Oltre al dato quantitativo sopra riportato l'associazione rimarca che la qualità del raccolto presenta in alcune zone delle criticità riconducibili ad andamenti climatici anomali o a una insufficiente attenzione alle buone pratiche agricole, che potrebbero influire negativamente sulla disponibilità di materia prima necessaria.

Lavorate 11 milioni di t

L'industria molitoria italiana trasforma annualmente oltre 11 milioni di tonnellate di frumento tenero e duro di origine nazionale e proveniente da Paesi comunitari e Paesi terzi. "È opportuno ricordare - precisa il presidente Italmopa, Cosimo De Sortis - che la produzione nazionale di frumento risulta, da sempre, largamente deficitaria rispetto alle esigenze quanti-qualitative dell'industria molitoria, del 35% per il duro e del

Cosimo De Sortis

60% per il tenero».

«Importazioni indispensabili»

«In questo scenario - conclude De Sortis - le importazioni restano indispensabili in quanto complementari e non alternative alla produzione nazionale. Ad ogni modo il corretto e costante approvvigionamento dell'industria molitoria di materia prima di qualità costituisce una priorità assoluta a tutela degli interessi dei consumatori».

Italmopa: produzione di frumento duro giù del 2%, il tenero cresce del 5% - Ultima modifica: 2019-07-25T18:33:49+00:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome