Michelin ufficializza al Sima l’acquisizione dei cingolati canadesi Camso

Michelin finalizza l'annuncio del luglio scorso: investimento di 1,7 miliardi di dollari per Camso, 7mila dipendenti e un giro d'affari da un miliardo di dollari

Michelin mette le mani sui cingolati Camso. Dopo averlo annunciato (leggi qui) nel luglio 2018, al Sima di Parigi arriva la finalizzazione dell'operazione, al quale manca l'imminente e per molti scontato via libera dell'Antitrust.

Si tratta di un'operazione di un certo rilievo economico visto che Michelin sborserà qualcosa come 1,7 miliardi di dollari per la società canadese.

Thomas Boettcher

Al Sima è stato anche annunciato chi gestirà le operazioni: Thomas Boettcher, amministatore delegato di Camso, diventerà il nuovo responsabile della linea OHT (Off-Road Transport) di Michelin che comprende le attività del gruppo nei settori agricoltura, costruzioni e attività militari), prendendo il posto di Hervé Le Gavrian.

L'headquarter della divisione sarà a Magog in Canada, sede di Camso, società con 7mila dipendenti, che si aggiungono ai 114mila di Michelin.

Con un fatturato di circa 1 miliardo di dollari, Camso progetta, costruisce e commercializza soluzioni Otr dal 1982 e ha dimostrato la sua capacità di evolversi rapidamente, crescendo a un passo medio del 7% all’anno dal 2012. Il business trarrà beneficio dall’esperienza del management di Camso e dalla presenza di lunga data di Michelin in Canada e questa nuova divisione rappresenterà più del doppio delle vendite di Camso, supportata da 26 stabilimenti.

Al Sima il management Michelin ha risottolineato la validità dell'operazione quasi con uno slogan: "Michelin produce pneumatici e non cingoli. Camso viceversa. Ora esistono entambe le possibilità e le soluzioni per tutti quegli agricoltori che vogliono entrambe le opzioni".`

Michelin e Camso lavoreranno assieme sul fronte della ricerca e sviluppo. Lo sviluppo dell'offerta della nuova entità sarà accelerato dalla complementarità delle reti distributive dei due gruppi. I vantaggi saranno evidenti - sostiene il gruppo francese - in particolar modo nell'ambito della riduzione del compattamento del suolo, senza incidere ovviamente sulla trazione".

Dal punto di vista costruttivo verrà utilizzata al meglio e integrata nel sistema del gruppo francese la presenza di Camso in paesi come Sri Lanka e Vietnam.

Michelin ufficializza al Sima l’acquisizione dei cingolati canadesi Camso - Ultima modifica: 2019-02-26T16:36:20+00:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome