Cia-Agricoltori Italiani e Lilt insieme nella lotta contro i tumori

    I presidenti Scanavino e Schittulli hanno firmato un protocollo d’intesa per promuovere corretti stili di vita e il valore dell’agricoltura sana

    Diffondere la cultura della prevenzione nella lotta contro i tumori attraverso l’adozione di corretti stili di vita, potenziare il livello di conoscenza di un’agricoltura sana e rilanciare il valore della dieta mediterranea. Sono i punti cardine del protocollo d’intesa sottoscritto, oggi, a Roma, da Cia-Agricoltori Italiani e da Lilt – Lega italiana per la lotta contro i tumori.

     

     

     

    Promozione congiunta di campagne informative per diffondere la cultura della prevenzione

    Diffondere la cultura della prevenzione nella lotta contro i tumori attraverso l’adozione di corretti stili di vita e di una sana alimentazione, questo l'impegno sottoscritto dai presidenti di Cia e Lilt.

    Con il protocollo siglato e in ottica di rinforzo e valorizzazione reciproca, Cia e Lilt si impegnano alla promozione congiunta di campagne e messaggi di sensibilizzazione, all’organizzazione di forum, convegni scientifici e divulgativi, a sostenere iniziative e raccolte di fondi in favore delle Associazioni provinciali Lilt. Il primo appuntamento è la Settimana nazionale per la prevenzione oncologica, dal 14 al 22 marzo 2020, l’annuale iniziativa di Lilt nelle principali piazze italiane con gazebo dedicati alla distribuzione di materiale informativo e di olio extravergine d’oliva.

     

     

     

    Schittulli: «Grazie a Cia-Agricoltori Italiani ricordiamo importanza dieta mediterranea»

    Francesco Schittulli, medico oncologo e presidente di Lilt nazionale.

    «Con questo protocollo la rete dei sostenitori della Lilt si arricchisce di un partner fondamentale – ha dichiarato il presidente nazionale Lilt Francesco Schittulli, medico oncologo –. Grazie al supporto di Cia-Agricoltori Italiani rafforziamo il nostro positivo messaggio di prevenzione e ricordiamo l’importanza della dieta mediterranea, della provenienza, della qualità e della sicurezza dei nostri alimenti, così come dell’educazione alimentare e dei principi di sostenibilità».

    Per Schittulli l’alimentazione varia e sana è di vitale importanza nella prevenzione delle malattie oncologiche. «Il 35% di tutte le patologie oncologiche è addebitabile a una errata alimentazione, cioè un’alimentazione scorretta comporta il rischio di sviluppare il 35% di tutti i tipi di cancro, quindi non soltanto i tumori gastro-intestinali, quelli dell’apparato digerente. Bisogna impegnarsi per un’alimentazione ricca di frutta, di verdura, di legumi e di olio extravergine di oliva, senza comunque dimenticare l’attività fisica».

    Scanavino: «Lavoriamo per garantire la massima qualità dei prodotti agroalimentari»

    Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani.

    «Rappresentiamo gli imprenditori agricoli, produttori e custodi delle materie prime che sono alla base di una sana alimentazione e della dieta mediterranea. Per questo – ha dichiarato il presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino – riteniamo importante sostenere l’operato di Lilt nella lotta contro i tumori e per una corretta informazione e prevenzione. Sentiamo l’onere di assicurare il nostro contributo, lavorando per garantire sempre la massima qualità dei prodotti agroalimentari. Sono tante le iniziative che ci vedranno lavorare fianco a fianco con Lilt: un’occasione straordinaria per far conoscere il lavoro degli agricoltori e la qualità alimentare e salutistica dei prodotti agricoli, degli ortaggi e della frutta di stagione e del nostro prezioso olio extravergine di oliva, alleati indispensabili nella lotta contro i tumori».

    Cia-Agricoltori Italiani e Lilt insieme nella lotta contro i tumori - Ultima modifica: 2020-02-21T17:48:39+01:00 da Giuseppe Sportelli

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome