Il frutteto Italia è ancora il secondo in Europa, ma la Polonia si avvicina

    In cinque anni perdiamo il 2% della superficie come la Spagna che rimane prima. Ma al terzo posto la Polonia fa un balzo in su dell’11%. Nei dati Eurostat l’altalena delle diverse specie frutticole

    Il frutteto Italia, vale a dire le superfici investite ad alberi da frutto, è pari a circa 279 mila ettari viene e ai vertici europei viene subito dopo il frutteto Spagna che ha una superficie complessiva di 423mila ettari.

    I dati sono stati diffusi dall’Istituto di statistica comunitario, Eurostat, in base ai risultati di una rilevazione quinquennale 2012-2017. Le dimensioni totali del frutteto Europa si attestano a circa 1,3 milioni di ettari, dato che è sostanzialmente stabile rispetto al 2012 (in aumento dello 0,4%).

    Due terzi dei frutteti europei sono concentrati in Spagna, Italia e Polonia. La Spagna è leader in termini di superficie con 422.800 ettari, pari al 33% del totale Ue, seguita da Italia con 279.300 ettari, pari al  22% del totale  e Polonia con 167 300 ettari, pari al 13%.

    Ma i rapporti di forza stanno progressivamente premiando il Paese dell’est europa, tanto è vero che, tra il 2012 e il 2017, la superficie frutticola è cresciuta in Polonia di circa 16.300 ettari di nuovi impianti (+ 11%), mentre la  Spagna ha perso 9.800 ettari, (-2%), i l’Italia  6.300 ettari (-2%). Tra gli altri Paesi crescono: la Grecia di 5.300 ettari (+6%), la Romania di circa 3.400 (+ 6%) e il Portogallo con 2.500 ettari (+ 7%). Di contro le superfici a frutteto decrescono anche in Repubblica Ceca con meno 4.100 ettari (-29%) e Croazia  di 1.900 ettari (-24%).

     

    Le specie fruttifere coltivate

    Più di un terzo del totale di 1,3 milioni di ettari del Frutteto Europa,  è rappresentato dai meleti con 473.500 ettari, pari al 37% del totale e un altro da quinto dall'arancio con 255.500 ettari, 20%. Per il resto, i pescheti coprono 190.500 ettari che rappresenta il 15% del totale, seguono i piccoli alberi di agrumi in particolare i satsuma e le clementine che coprono 139.600 ettari pari all’11%, i pereti con 100.400 ettari corrispondenti all’8%, le albicocche che coprono 75.700 ettari pari al 6% e i limoneti per 60.100 ettari o 5%.

    Italia prima nei pereti, Polonia leader per i meleti

    Circa un terzo dell'area dedicata ai meleti nell'UE si trova in Polonia  e cioè il 34% del totale corrispondente a 160.800 ettari, 34%) seguita da Italia e Romania rispettivamente con 55.800 ettari e 55.100 ettari, entrambi intorno al 12%. I frutteti di mele nell'UE sono aumentati di 23 900 ettari tra il 2012 e il 2017, con la maggior parte di questa espansione

    L'Italia ettari invece il primo posto per i frutteti di pere con circa 29.000 ettari, corrispondenti al 29% dell'area totale delle piantagioni di pera dell'UE)

    Un po’ 'più della metà della superficie di aranceti dell'UE è stata trovata in Spagna con 135.100 ettari, o 53% del totale, con oltre un terzo situato in Italia pari a circa 78.300 ettari, o 31%.

    Tra gli Stati membri, la Spagna ettari anche il maggior numero di ettari di piccoli agrumi (72% del totale UE), di limoni (65% del totale UE), di pesche (41% del totale UE) e di albicocche (32% del totale UE) seguita dall'Italia.

    Il frutteto Italia è ancora il secondo in Europa, ma la Polonia si avvicina - Ultima modifica: 2019-02-25T09:23:29+00:00 da Lorenzo Tosi

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome