In Italia arriva Yoom, il nuovo pomodoro viola da cocktail

Yoom è la novità di Syngenta che risponde alle esigenze di benessere, caratteriche organolettiche originali e resa elevata in coltura protetta

Nel Sud-Italia sono in corso le prove pilota per il futuro lancio sul mercato di Yoom, un nuovo pomodoro viola da cocktail presentato in anteprima a Fruit Logistica 2019 da Syngenta, multinazionale degli agrofarmaci e delle sementi. Una volta terminata la fase pilota, potranno essere definiti i piani di produzione e le filiere dedicate, che sanciranno il lancio ufficiale del prodotto sul mercato italiano, probabilmente dal prossimo anno.

Nel Sud-Italia sono in corso le prove pilota per il futuro lancio sul mercato di Yoom, un nuovo pomodoro viola da cocktail presentato in anteprima a Fruit Logistica 2019 da Syngenta, multinazionale degli agrofarmaci e delle sementi. La novità risponde ai driver del momento legati al benessere e cattura l’attenzione del consumatore anche per il colore, ma vanta anche una buona resa e una lunga shelf life.

Il nuovo prodotto è destinato ai principali mercati di produzione e consumo in Europa, in Nord America e Australia con l’obiettivo di proporre una novità posizionata  su un segmento top di gamma sullo scaffale della distribuzione.

I pomodori a marchio Yoom, come sottolinea una nota della multinazionale, possono essere coltivati, oltre che in Italia, anche in Spagna,  Francia, Olanda, Australia, Nuova Zelanda, Nord America e Messico da agricoltori autorizzati.

Sud-Italia due progetti pilota

“Per quanto riguarda la produzione nel nostro Paese sono in corso due progetti pilota nel Sud che vanno dalla produzione fino alla commercializzazione e distribuzione con accordi in via di definizione che verranno poi dettagliati a breve con una presentazione mirata - spiega Massimo Perboni, food value chain lead Italy di Syngenta -. Siamo partiti dal Sud-Italia, e dagli areali più vocati, come la Sicilia, per produrre in inverno fino alla primavera”.

Si tratta di un prodotto da serra, sia tradizionale che tecnologicamente avanzata, che necessita, però, come spiega sempre Perboni, di un know how piuttosto elevato essendo una pianta piuttosto rustica. Se coltivato quindi da mani esperte offre un’alta resa e lunga shelf life.

Dal prossimo anno, una volta terminata  la fase pilota, potranno essere definiti i piani di produzione e le filiere dedicate, che sanciranno il lancio ufficiale del prodotto sul mercato italiano.

Da sottolineare, inoltre, che su questa tipologia di pomodoro la latitudine influisce sul colore esterno: diventa più nero nelle zone che hanno più ore di luce solare e assume invece toni viola chiaro nelle regioni  meno soleggiate.

L’appeal di Yoom: prodotto healthy dal sapore nuovo

Yoom soddisfa la domanda di esperienze organolettiche nuove e diverse. Il colore viola è legato alla presenza di antocianine che sono più abbondanti rispetto ai pomodori normali: “Una caratteristica che, oltre a conferire il bellissimo colore  -, ha dichiarato Jeremie Chabanis, value chain lead di Syngenta -  può avere effetti positivi sulla salute”. Contiene inoltre, fa sapere sempre una nota dell’azienda,  minerali e vitamine essenziali, tra cui vitamina C, potassio e selenio.

In Yoom anche il sapore Umami, il quinto gusto

Dal punto di vista delle caratteristiche organolettiche Yoom  è apprezzato in termini di consistenza, croccantezza e succosità combinate a un perfetto bilanciamento tra acidità e grado zuccherino esaltato dal sapore esotico di Umami, il cosiddetto quinto gusto ed è pratico da consumare come pomodoro “da cocktail” proprio perché si può mangiare in soli due morsi.

Il pomodoro viola da cocktail è apprezzato per la sua capacità di arrivare sullo scaffale in perfette condizioni ben “rivestito” da un packaging dedicato che lo colloca in un segmento premium.

In Italia arriva Yoom, il nuovo pomodoro viola da cocktail - Ultima modifica: 2019-10-10T15:17:37+00:00 da Francesca Baccino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome