Prime quotazioni per il tenero: la qualità non paga

grano duro
Ager Borsa merci di Bologna apre i listini del raccolto 2018. Leggero apprezzamento per il fino rispetto all'esordio della scorsa annata. Decisamente penalizzati i grani di forza. Stefano Serra spiega perchè

Prime quotazioni per il frumento tenero nazionale. Mentre infatti la Granaria di Milano ha preferito non aprire i listini nella seduta del 26 giugno, AGER Borsa Merci di Bologna ha riempito tutte le caselle, dai grani speciali di forza al buono mercantile, nella seduta di giovedì 28.

Scarica il listo dell'Ager Borsa Merci di Bologna del 28 giugno 2018

Rispetto alle quotazioni d'esordio registrate nel 2017 parte bene (ma non benissimo) il "fino"con 178-182 €/t, 4 euro meglio dell'anno scorso (22 giugno), mentre le tipologie più pregiate non soddisfano le attese. Lo "speciale" (peso specifico 79) esordisce infatti poco sopra il fino (182-187, 5 €/q in meno rispetto al 29 giugno 2017). Sotto i 200 euro/t anche i grani di forza (198-203) che, rispetto al 2017, lasciano sul terreno un decimo del loro valore. La qualità, insomma, quest'anno non paga. Gli scambi sono infatti ancora al palo.

Frumento tenero

Quotazioni frumento tenero

Stefano Serra nell'editoriale in uscita su TERRA E VITA 22 spiega che la situazione è legata ad un'annata commerciale, quella appena conclusa, che «per la terza volta consecutiva ha beneficiato degli ottimi risultati riscontrati sotto trebbia, con un “plus” di una qualità media davvero eccellente che ha permesso ai molini, per buona parte della campagna, di sdoganarsi dalla dipendenza dell’import tecnico di grani di forza. In regime di consumi in aumento, soprattutto dal settore zootecnico, e con facilità di approvvigionamento in Europa e all’estero, l’annata si è chiusa come si è aperta: senza grosse tensioni e con buon livello di scorte “high quality” che permetteranno agli utilizzatori di coprire i proprio fabbisogno fino almeno ad agosto».

Da settembre però si avvertiranno sui listini le conseguenze di un'annata che, a causa dell'andamento climatico,  tornerà ad avere significative variabilità qualitative tra lotti e ciò porterà ad avere maggiori differenziali di prezzo tra le classi merceologiche. «In presenza di eterogeneità dei lotti, è altresì probabile un graduale rafforzamento dei prezzi per le “eccellenze” qualitative mentre, rispetto ad oggi, cambierebbe poco o nulla i cosiddetti grani con specifiche “generiche”».

Frumento Duro

quotazioni frumento duro

 

Mais

Quotazioni mais

 

Cereali foraggeri

Quotazioni cereali foraggeri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome