Irrigazione, a Matera si fa il punto sull’innovazione

innovazione e irrigazione a acqua campus med 2019
Una “4 giorni” presso il nuovo Campus dell’Università della Basilicata. Un convegno e un festival per raccontare le strategie di lotta alla desertificazione e alla siccità senza trascurare la questione del risparmio energetico

L’irrigazione quale potente leva della produttività agricola, vista però oggi alle prese con la crescente scarsità e l’aumento del costo della risorsa idrica.

Sarà questo il tema centrale del Convegno internazionale e del Festival dell’innovazione sull’irrigazione che animeranno una “quattro giorni” (17-20 giugno) ricca di iniziative presso il nuovo campus dell’Università della Basilicata a Matera.

bartolomeo di chio a acqua campus med 2019
Bartolomeo Di Chio, Università della Basilicata

Il IX International Symposium on Irrigation of Horticultural Crops organizzato dall’International Society for Horticultural Science (ISHS) e dall’Università della Basilicata-Dipartimento Dicem, con i convener professori Bartolomeo Dichio e Cristos Xiloyannis, sarà l’occasione per discutere e confrontarsi su tematiche di sviluppo, linee di ricerca e innovazioni messe a punto per rispondere agli effetti dei cambiamenti climatici in atto.

Il Festival dell’innovazione su acqua e irrigazione, unico nel suo genere, fungerà invece da cerniera informativa tra ricercatori, tecnici e agricoltori.

Ricercatori di 25 paesi

«Durante il convegno, che partirà il 17 giugno, in occasione della Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e alla siccità, ricercatori di più di 25 Paesi presenteranno le attuali tendenze di ricerca sull’irrigazione – informa Dichio –. Il programma prevede sessioni plenarie, presentazioni orali e poster, visite tecniche in campo, workshop tematici. Le sessioni scientifiche tratteranno numerosi temi: approcci sostenibili di gestione dell’irrigazione; tecnologie e analisi da remoto, sensori di prossimità DSS (Decision Support Systems); fisiologia, relazioni idriche, stato idrico delle piante e qualità dei frutti; gestione dell’irrigazione in ambienti aridi e semi-aridi; efficienza d’uso dell’acqua; utilizzo di acque non convenzionali; aspetti sociali ed economici».

Per affrontare gli impatti dei cambiamenti climatici diventano sempre più necessarie la definizione e l’adozione di strategie di adattamento in ambito agricolo. «In molti areali il clima che cambia, con incremento di temperatura e riduzione delle precipitazioni, determina l’aumento della domanda di acqua da parte delle colture sia per l’incremento dell’evapotraspirazione sia per l’allungamento del ciclo vegetativo – aggiunge Di Chio –. Le preoccupazioni sui cambiamenti climatici determinano un nuovo impulso alla ricerca in ambito agricolo e alla diffusione di pratiche e tecnologie innovative. Nei prossimi decenni lo sviluppo, la diffusione e l’adozione di pratiche e tecnologie innovative determineranno in larga misura il modo in cui il settore agricolo potrà contribuire a mitigare i cambiamenti climatici e adattarsi a essi».

Ampio gruppo di lavoro

Parallelamente al convegno, presso la stessa sede sarà organizzato il Festival dell’innovazione da Gruppo di lavoro sull’irrigazione della Soi, Alsia-Regione Basilicata, Acqua Campus-Med e Cer, in collaborazione con Ordine Agronomi di Matera, Arptra, Fai, Cattedra Unesco ed Eufrin (European Fruit Research Institutes Network).

«Il festival è unico nel suo genere poiché fa da cerniera tra ricercatori, tecnici e produttori. La co-presenza del convegno e del festival nello stesso luogo facilita l’osmosi naturale necessaria per favorire il trasferimento delle conoscenze. Il festival è stato salutato con favore anche dalle principali aziende che investono costantemente nell’irrigazione, sia come produttori di tecnologie sia come utilizzatori di strategie irrigue innovative e sostenibili».

Agricoltura di precisione

L’evento sarà un’occasione importante per fare il punto della situazione sull’applicazione delle tecnologie in agricoltura e presentare le innovazioni che governano l’agricoltura di precisione.

«Le attività di workshop tematici con dimostrazioni pratiche, di training sull’utilizzo delle tecnologie e di networking delle reti nazionali irrigue – conclude Dichio – si rivolgeranno sia ai tecnici del territorio sia ai ricercatori provenienti da tutto il mondo, con l’obiettivo di far dialogare ricerca scientifica e lavoro. All’iniziativa parteciperanno oltre 30 aziende per mostrare le loro innovazioni e tecnologie. Durante il convegno, il 19 giugno ci sarà un’escursione tecnica alle aziende di produzione del Metapontino che si concluderà con una visita alla mostra pomologica e all’impianto dimostrativo Acqua Campus-Med presso l’Azienda sperimentale Pantanello dell’Alsia a Metaponto».


Acqua Campus Med unisce la formazione all’informazione

Presso l’Azienda agricola sperimentale dimostrativa Pantanello di Metaponto di Bernalda (Matera) i partecipanti alla “quattro giorni” materana sull’irrigazione potranno visitare l’Acqua Campus-Med, il campo sperimentale e dimostrativo per le attrezzature e le tecnologie più avanzate dedicate all’irrigazione.

Il campo, inaugurato nel 2018 e organizzato dall’Alsia-Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura, in collaborazione con il Cer, Canale emiliano Romagnolo, il Consorzio di bonifica della Basilicata ed Edagricole-Nova Agricoltura Irrigazione, riproduce in proporzioni ridotte l’analogo campo realizzato dal Cer a Budrio (Bologna) nel 2016 e dedicato alla distribuzione dell’acqua per i seminativi, proponendosi come punto di riferimento per la diffusione dell’innovazione in orticoltura, frutticoltura e agrumicoltura nell’area mediterranea.

«Diverse aziende specializzate del settore – rileva Carmelo Mennone, direttore dell’Azienda Pantanello – metteranno a disposizione le proprie soluzioni più avanzate per irrigare gli impianti orticoli, frutticoli e agrumicoli, tipici del Metaponti no: dalle ali gocciolanti a una vasta gamma di prodotti per l’irrigazione, passando attraverso i sistemi di filtraggio.

Per dare maggiore forza al campo, ormai permanente, stiamo iniziando ad associare all’informazione la formazione, in modo da contribuire a formare le competenze di agricoltori e tecnici per migliorare l’efficienza dell’irrogazione nei nostri ambienti produttivi».


 

Irrigazione, a Matera si fa il punto sull’innovazione - Ultima modifica: 2019-06-13T10:27:26+00:00 da K4

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome