Irrigazione, in Sicilia bando da 20 milioni per realizzare invasi aziendali

irrigazione
Contributi fino al 70% delle spese sostenute per realizzare o ripristinare bacini della portata massima di 100mila metri cubi. In graduatoria priorità alle imprese agricole condotte da under 41 o che coltivano con metodo biologico

In arrivo contributi a fondo perduto fino a un massimo del 70% e finanziamenti a condizioni agevolate per realizzare nuovi piccoli invasi aziendali o per migliorare e ripristinare quelli già esistenti nelle campagne siciliane. L’avviso dovrebbe essere pubblicato a breve sul sito web della Regione. L'opportunità per favorire l'irrigazione nelle campagne dell'Isola è stata presentata dal presidente Nello Musumeci, dall’assessore all’Agricoltura Toni Scilla, dal presidente dell’Irfis (la Società a capitale regionale che eroga credito alle imprese), Giacomo Gargano, dal dirigente generale del dipartimento dell’Agricoltura Dario Cartabellotta e dal direttore della Struttura contro il dissesto idrogeologico, Maurizio Croce.

Capacità massima 100mila metri cubi, priorità ai giovani

L’avviso ha una dotazione di 20 milioni di euro derivanti dal Fondo Sviluppo e Coesione con cui potranno essere finanziati progetti per piccoli invasi che non superino la capacità di 100mila metri cubi e fino a 300mila euro di spesa. Questa sarà coperta per metà dalla Regione con contributi a fondo perduto. La percentuale d’intervento regionale sale al 70 per cento se il beneficiario è un giovane agricoltore o un agricoltore che si è insediato da non oltre cinque anni o ancora se il progetto riguarda un investimento collettivo.
I criteri di selezione tengono conto anche dell’adesione del richiedente a regimi di qualità come biologico, Dop, Igp, Doc, Docg.

 

 

L’avviso prevede una procedura semplificata che rende la vita più facile ai progettisti: la documentazione relativa alla cantierabilità, infatti, verrà richiesta solo nel caso di certezza di finanziamento del progetto. Per la parte dell’investimento a proprio carico, il beneficiario potrà richiedere un mutuo all’Irfis della durata di dodici anni (di cui due di preammortamento) che per questa tipologia di investimento prevede condizioni molto convenienti: tasso fisso all’1,9 per cento senza verifica del merito creditizio per cui potrà accedere anche chi non è in condizione di ottenere crediti dalle banche.

Musumeci: «Azione concreta per la lotta alla siccità»

«Con questo avviso – ha affermato il presidente della Regione Nello Musumeci – rendiamo finalmente operativa una delle azioni contenute nel “Piano regionale per la lotta alla siccità. Questa misura mette a disposizione degli agricoltori un prezioso strumento, consentendo alle imprese agricole e zootecniche siciliane, soprattutto nelle aree in cui scarseggiano le risorse idriche, di disporre di piccoli invasi diffusi. Opere che, nel rispetto dell’ambiente, saranno importanti anche per contrastare il dissesto idrogeologico del territorio».

«Quello presentato oggi – ha spiegato l’assessore Scilla – è un provvedimento necessario con cui contribuiamo a risolvere un problema importante della nostra agricoltura. Si tratta di una scelta strategica del governo Musumeci che guarda agli interessi pratici di un mondo, a volte trascurato, che rappresenta un polmone economico vitale per la Sicilia».

Irrigazione, in Sicilia bando da 20 milioni per realizzare invasi aziendali - Ultima modifica: 2021-01-23T12:15:32+01:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome