Teli biodegradabili, i vantaggi del Mater-Bi

Appuntamento il 9 settembre a Macfrut digital

Macfrut Digital: Novamont presenta le sue soluzioni biodegradabili e compostabili per le colture ortofrutticole

Il settore dell’ortofrutta oggi è stimolato fortemente dalla domanda di un consumatore consapevole e sensibile ai temi ambientali e alla qualità delle colture e questo porta gli agricoltori a confrontarsi sempre di più con la questione dell’impatto ambientale delle tecniche colturali.

Nel 2019 il consumo di plastiche in agricoltura ha superato i 4 milioni di tonnellate e quasi 2 di essi sono costituiti da film per pacciamatura. Ad oggi, purtroppo, la percentuale di teli pacciamanti smaltita correttamente è ancora minima; si calcola, infatti, che in Europa ogni anno restino nei suoli circa 15 mila tonnellate di microplastiche.

novamont a macfrut digitalMinore impatto

Fortunatamente, però, il cambiamento di rotta del mondo agricolo verso materiali a minore impatto è un fenomeno inarrestabile, tanto che il consumo di film per pacciamatura biodegradabili nel 2019 ha superato le 10 mila tonnellate, con Europa ed Asia a trainare il mercato.

Il Forum di mercoledì

Per favorire il confronto e lo sviluppo di know-how su una tecnica che è soluzione non solo di un problema di tipo ambientale ma anche economico, dati gli ingenti costi di smaltimento di cui si deve far carico l’agricoltore, a MACFRUT DIGITAL, in svolgimento su piattaforma online dall’8 al 10 settembre, Novamont partecipa all’evento con uno stand virtuale ed una serie di iniziative tra cui si segnala il forum: “Esperienze a confronto e prospettive di mercato per i teli biodegradabili in Mater-Bi”, in svolgimento dalle ore 16.30 alle 17.30 di mercoledì 9 settembre.

La sessione tecnica

Nel corso dell’incontro si dibatterà delle tematiche legate alle plastiche in agricoltura e Novamont interverrà spiegando i temi della biodegradabilità dei materiali e degli aspetti relativi al ritorno dell’investimento; in agenda anche una sessione più tecnica - “field solution” - in cui verrà illustrato il telo di pacciamatura ottenuto da materie prime rinnovabili, che non contiene organismi geneticamente modificati, biodegradabile in suolo senza effetti tossici per l’ambiente e conforme allo standard europeo EN 17033 e una dedicata alla presentazione i risultati delle sperimentazioni in campo sulle colture di pomodoro, vite, anguria e cipolla, a cura degli agricoltori coinvolti nelle sperimentazioni.

Clicca per scaricare il programma completo

 


 L'identikit di Novamont

Il gruppo Novamont è leader nella produzione di bioplastiche e nello sviluppo di biochemical e bioprodotti attraverso l’integrazione di chimica, ambiente e agricoltura.

Con più di 600 persone, ha chiuso il 2019 con un fatturato di circa 270 milioni di euro ed investimenti costanti in attività ricerca e sviluppo (5% rispetto al fatturato, più del 20% delle persone dedicate); detiene circa 1.800 tra brevetti e domande di brevetto.

Ha sede a Novara, stabilimento produttivo a Terni e laboratori di ricerca a Novara e Piana di Monte Verna (CE). Opera tramite sue consociate a Bottrighe (RO), Patrica (FR) e Porto Torres (SS). È attivo all’estero con sedi in Germania, Francia e Stati Uniti e con un ufficio di rappresentanza a Bruxelles (Belgio). È presente attraverso propri distributori in oltre 40 Paesi in tutti i continenti.

Teli biodegradabili, i vantaggi del Mater-Bi - Ultima modifica: 2020-09-07T18:05:41+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome