Mozzarella di Gioia del Colle Dop: costituito il Consorzio di tutela

Mozzarella Gioia del Colle Dop
Dopo aver ottenuto ufficialmente il marchio Dop a livello europeo, la Mozzarella di Gioia del Colle adesso potrà finalmente contare su un consorzio che ne certifica la provenienza e ne tutela la qualità

La Mozzarella di Gioia del Colle Dop, dopo aver ottenuto ufficialmente il marchio Dop a livello europeo, d’ora in poi potrà contare su un consorzio che ne certifica la provenienza e ne tutela la qualità. È stato infatti costituito, esclusivamente da caseifici e produttori di latte, singoli e associati della zona, il Consorzio per la Tutela della Mozzarella di Gioia del Colle Dop, con l’intento di salvaguardare e promuovere nel mondo questa straordinaria specialità, patrimonio gastronomico e culturale pugliese e italiano.

Mozzarella di Gioia del Colle Dop, da latte di alta qualità

Oltre ad annoverare una tradizione secolare, questa bontà è famosa per il gusto inimitabile conferito dal latte di produzione strettamente locale e dall’utilizzo in produzione del siero innesto che conferisce alla mozzarella un sapore delicatamente acidulo con piacevole retrogusto di fermentato.

 

 

«Si tratta – spiega la presidente del Consorzio, Claudia Palazzo – di una materia prima prodotta esclusivamente da vacche da latte di razze selezionate che pascolano libere tra i muretti a secco tipici della campagna pugliese e a cui è garantita un’alimentazione sana ed equilibrata fatta di materie prime nobili provenienti per il 60% dal territorio della Dop. Grazie al Consorzio per la Tutela Mozzarella di Gioia del Colle Dop, l’Italia porterà sulle tavole di tutto il mondo una mozzarella di latte vaccino unica nel sapore e nel gusto».

Consorzio di tutela, i dirigenti

Al fianco della presidente Claudia Palazzo, a guidare il Consorzio ci sono il vice presidente Pietro Laterza e i consiglieri Giovanni D’Ambruoso, Giancarlo Nettis, Andrea Brandonisio, Domenica Fauzzi, Francesco D’Ambruoso, Giuseppe Rizzi, Giacomo Mottola, Vito Laterza, Francesco D’Onghia.

La Dop, simbolo della filiera lattiero-casearia pugliese

La Mozzarella di Gioia del Colle Dop, prodotto simbolo della filiera lattiero-casearia pugliese, vanta, secondo l’Ats Treccia della Murgia, un potenziale di 16.000 tonnellate da certificare Dop, grazie al lavoro di oltre 70 caseifici e 280 allevatori per un valore del fatturato al caseificio vicino ai 120 milioni di euro. È stata iscritta nel registro europeo delle denominazioni di origine protetta e delle indicazioni geografiche protette a dicembre 2020, dopo un iter complesso, sia nella procedura nazionale sia in quella, comunitaria.

Poco dopo è giunta l’approvazione del piano dei controlli da parte dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf, l’ultimo passaggio prima della commercializzazione del prodotto certificato a livello internazionale. L’incarico di controllo e certificazione, sotto la vigilanza del Mipaaf, è stato affidato a Csqa Certificazioni, organismo di certificazione leader di settore in Italia con 68 indicazioni geografiche.

Profondo legame con il territorio

Dop
La nuova Dop è espressione della zootecnia del territorio delle Murge a cavallo fra le province di Bari e Taranto

Eccellenza del patrimonio gastronomico e culturale pugliese e italiano, la nuova Dop è espressione della zootecnia del territorio delle Murge a cavallo fra le province di Bari e Taranto, forte della produzione del latte e della sua trasformazione secondo l’antica tradizione locale della pasta filata.

Le caratteristiche del latte sono legate alla qualità della flora pabulare tipica del territorio delle Murge, alla base dell’alimentazione della popolazione bovina che con la produzione del proprio latte conferisce caratteristiche uniche al prodotto trasformato. Quanto alla tecnica di trasformazione, è quella tradizionale, storica, con l’utilizzo solo di latte fresco e l’aggiunta di innesto autoctono.

Esiste un profondo legame storico-culturale tra il prodotto e la tipologia degli allevamenti, aziende zootecniche di piccole e medie dimensioni, a conduzione prevalentemente familiare e strutturate secondo usi locali, che prevedono lunghi periodi di pascolamento.

Mozzarella di Gioia del Colle Dop: costituito il Consorzio di tutela - Ultima modifica: 2021-05-06T23:31:50+02:00 da Giuseppe Sportelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome