Fendt anticipa l’Agritechnica e lancia la nuova serie 900 Vario

Uno dei modelli della nuova serie Fendt 900, in versione cingolata, presentati in anteprima a Marktoberdorf
Presentati a Marktoberdorf i trattori 5 modelli con l'ammiraglia che arriverà a 460 cavalli. In Italia Fendt li farà esordire nel Mantovano il 27 luglio

Fendt continua a correre. Sul fronte dei conti e su quello dei nuovi prodotti. Nella casa madre di Marktoberdorf, in Baviera, il marchio della corporation americana Agco snocciola in sequenza numeri record, la nuova serie di trattori 900 Vario e una pletora di attrezzature innovative. E annuncia l'arrivo della mietitrebbia Ideal 10.

«Full-full-line»

Rob Smith

Andiamo con ordine. Tocca a Rob Smith, al vertice di Agco per Europa e Medio Oriente, l'acchito: «Tutti i numeri ci stanno dando ragione. Nel primo trimestre 2019 Agco ha superato i due miliardi di dollari, con una crescita del 7% sull'analogo periodo 2018. Ma ciò che più soddisfa è la maggiore crescita in mercati maturi come Europa e Medio Oriente. Con un +13% che dimostra la nostra capacità attrattiva e il fatto che siamo stati più reattivi degli altri competitor».

«Come gruppo e con i nostri cinque marchi (Fendt, Massey Ferguson, Valtra, Challenger e Gsi , ndr) siamo in grado di proporre una vera e propria full-line - sottolinea Smith -. Che mi piace definire full-full-line. Una gamma in grado di soddisfare qualsiasi produttore agricolo, nostro vero obiettivo, tanto che - rimarca aiutato dall'idioma americano - vorremmo passare dal 'vecchio' BtoB (business to business) all'attuale BtoC (business to consumer) al futuro prossimo del BtoF (business to farmer)».

Fendt, Italia e Francia sugli scudi

I numeri positivi di Agco vengono declinati al rialzo dall'analisi su Fendt di Peter-Josef Paffen, direttore del marchio: «Fendt va meglio di uno scenario tendenzialmente stabile: con vento contrario noi stiamo andando controcorrente, perché il mercato si sta ristrutturando verso la professionalità. In Europa, nel 2018, sono stati immatricolati poco meno di 168mila trattori e Fendt ha toccato la sua massima quota di mercato con l'8,7%. Un valore che contiamo di ritoccare nel 2019, con un obiettivo del 9,1% di quota in un mercato da poco più di 165mila trattori».

Peter-Josef Paffen

Paffen mette in luce i risultati di Fendt in alcuni Paesi, dopo aver ricordato che in Germania il marchio nel segmento sopra i 51 cv vede il 30% di quota: «In Francia il risultato è stato davvero eclatante con l'obiettivo di 4mila trattori ormai a portata. Obiettivo che contiamo di raggiungere nel 2019. Altrettanto rilevante è stata la performance Fendt in Italia. Per la prima volta nella storia sono stati venduti oltre mille trattori e contiamo di toccare nel 2019 le 1.200 unità».

Sopra alle 18mila macchine

Paffen evidenzia che Fendt nel 2018 ha venduto circa 17mila trattori e che vede il 2019 da oltre le 18mila unità vendute, con una quota di export del 68%, e ricorda la volontà del marchio di continuare a investire, destinando 73,7 milioni di euro alla ricerca e sviluppo. «Vogliamo entrare nel mondo digitale da protagonisti. Abbiamo lanciato il progetto Digital customer experience per avere una connessione diretta con i nostri clienti. E ora con il nuovo sistema FendtOne che installeremo inizialmente sulle serie 700 Vario e sul 314 Vario

Il nuovo sistema FendtOne per la connessione 'casa-macchina' esordirà sulla serie 700 Vario

il rapporto fra utilizzatori finali, concessionari e Fendt sarà ancora più stretto e il controllo della macchine e dell'attività agricola preciso e proficuo».

Un chip nelle balle

Le novità. Fendt anticipa l'Agritechnica e a Marktoberdorf fra trattori e attrezzature fa il pieno. Dal nuovo spandivoltafieno Lotus in versione portata e trainata, alla falciatrice anteriore Slicer FQ, passando per le presse Rotana e Squadra, sulla quali viene presentato per la prima volta il sistema Intelligent Hay. per la raccolta e l'elaborazione delle informazioni su ogni singola balla quadra. Durante la pressatura, la pressa registra dati

Il sistema Intelligent Hay per il controllo delle caratteristiche di ogni singola balla

specifici sulla qualità della balla, posizione Gps, umidità, strati per balla e informazioni sull'aggiunta di additivi e le dimensioni della balla. In ogni balla, durante la pressatura con il terzo o quarto spago viene utilizzato uno spago speciale resistente alla temperatura e agli agenti atmosferici con un chip Rfid. I chip sono inseriti nello spago in modo che in ogni balla fino a 2,40 m di lunghezza possa essere presente un chip, mentre in una balla più grande è possibile integrare anche due chip. Il chip assegna a ogni balla un numero di codice con cui i dati della balla vengono salvati in una memoria su cloud.

 

Trincia Katana 650 con nuovi rompigranella

Sul fronte grandi macchine, in Germania si sono visti la nuova trincia Katana 650 e la super-mietitrebbia Ideal 10.

Sulla Katana 650 Fendt ha aumentato la potenza del motore di 25 cv, (potenza nominale di 650 cv) con il motore MTU a 6 cilindri in linea, e inserito due nuovi rompigranella a rullini. In tal modo la lunghezza di taglio della trincia viene aumentata fino a 30 mm e

Trincia Katana 650

l'alimentazione, come pure il flusso completo di prodotto vengono adeguati alla nuova lunghezza di taglio. Inoltre il prelievo del prodotto viene ottimizzato e la superficie di contatto aumentata con rulli di diametro di 300 mm.

I nuovi rompigranella a rullini si differenziano per un'ulteriore scanalatura a V a spirale che consente di ottenere una fibra ancora migliore, aumentando così la qualità del raccolto.

Mietitrebbia Ideal 10 senza volante

Per vedere sui campi l'Ideal 10, presentata in anteprima, occorrerà invece aspettare ancora un po', probabilmente la campagna 2021. Il nuovo modello di punta ha una potenza massima di 790 cv.  frutto del motore Man 16,2 l, Stage V.

Per vedere la nuova mietitrebbia Ideal 10 nei campi italiani probabilmente bisognerà attendere il 2021

Fendt Ideal 10 dispone di un nuovo sistema di pulizia e della separazione Dual Helix, già presente nei modelli 8 e 9. Con questa macchina, Fendt presenta la prima mietitrebbia standard in Europa che funziona completamente senza volante. Con lo sterzo IdealDrive la macchina viene controllata con il movimento di un joystick a sinistra, mentre le funzioni del joystick del bracciolo destro rimangono invariate. Il bracciolo sinistro può essere

Roland Schimdt

ripiegato verso l'alto per un facile accesso al sedile di guida.

Il sistema di sterzo IdealDrive, sarà disponibile esclusivamente perla mietitrebbia Ideal ed  è conforme a tutte le normative europee per i veicoli e a tutte le disposizioni del codice della strada.

La carrellata di novità, presentata da Roland Schmidt, responsabile del marketing di Fendt per Europa e Medio Oriente, trova il suo acme con la presentazione della serie 900 Vario, che vedremo in Italia per la prima volta al Fendt Dieselross 2019 (Azienda Agricola Baschirotto - Via Rampina 23 Bazza - Mantova) il prossimo 27 luglio.

Nuovo Fendt 900 Vario, serie strategica

Il nuovo trattore Fendt 900 Vario sarà disponibile in cinque modelli (930 Vario, 933 Vario, 936 Vario, 939 Vario e 942 Vario) con potenze comprese tra 296 e 415 cv (secondo ECE R120), completando la gamma di potenze tra i modelli del Fendt 800 Vario e quelli del 1000 Vario. Con il nuovo modello di punta Fendt 942 Vario, la serie dei 900 supera per la prima volta i 400 CV.

Sulla serie 900 Vario è stato ridotto il peso a 11,7 tonnellate, cosa che insieme all'impianto integrato di regolazione della pressione di gonfiaggio dei pneumatici VarioGrip rende la serie adatta ai lavori con pressione al suolo bassa e potenza di trazione elevata. Il suo allestimento modulare con e senza sollevatore posteriore, presa di forza posteriore, presa di forza anteriore, comando di guida retroversa e un numero elevato di varianti idrauliche, di traino e sollevatore lo rende compatibile con tutti gli attrezzi standard.

Motore Man 6 cilindri

Tutti i modelli della nuova serie 900 sono dotati di un motore a 6 cilindri Man completamente nuovo e ideato per Fendt con cilindrata da 9 litri e turbocompressore VTG a geometria variabile. L’intervallo di sostituzione per l’olio motore è stato aumentato a 1.000 ore. Il gruppo propulsore è abbinato al corrispondente cambio Fendt VarioDrive TA300.

Il concetto di bassa velocità Fendt iD, regolato per riserve di potenza elevate, viene ora applicato per la prima volta anche alla serie 900. La velocità nominale è di 1.700 giri/min. Al minimo, il range di velocità si aggira intorno ai 650 giri/min. Il nuovo Fendt 900 Vario raggiunge la velocità massima di 60 km/h a 1.450 giri/min, i 50 km/h a 1.200 giri/min, i 40 km/h a soli 950 giri/min. Nel modello di punta Fendt 942 Vario, la coppia massima di 1.970 Nm è a soli 1.100 giri/min. Il motore MAN lavora con un sistema common-rail con pressione di iniezione di 2.500 bar. La pressione elevata ottimizza la combustione.

Cabina di classe

Con il Fendt 900 Vario viene inaugurata ora anche una nuova classe di cabine. La Fendt Life Cab. Grazie alla connettività, per la prima volta è possibile rappresentare anche i dati della macchina del 900 Vario in tempo reale. Con la predisposizione di base per la telemetria ready, è compreso l’hardware necessario, che si occupa della registrazione e trasmissione dei dati per i vari nuovi servizi.

Fendt Connect è il sistema di telemetria centrale per l'analisi e l’amministrazione delle operazioni svolte dalla macchina. Legge i dati della macchina, li salva e li analizza. La trasmissione dei dati avviene tramite cellulare. Così è possibile gestire la flotta indipendentemente dal luogo e ottimizzare la regolazione della macchina.

Idraulica modulare

Il 900 Vario dispone di un sistema idraulico modulare. Sono presenti due pompe load-sensing (LS) con una portata di 165 o 220 litri. Inoltre, a richiesta è possibile installare anche un impianto idraulico ad alte prestazioni da 430 l/min con due circuiti idraulici indipendenti tra loro. Due pompe autonome a pistoni assiali possono soddisfare requisiti specifici per diversi livelli di flusso e pressione in entrambi i circuiti idraulici. La portata della pompa di regolazione uno è di 220 l/min, quella della pompa di regolazione due di 210 l/min. Grazie alle valvole limitatrici di pressione integrate, le pompe forniscono sempre la quantità d’olio necessaria nel proprio circuito a una determinata pressione.

L'ultimo passaggio è per gli specchi telescopici attivi. I nuovi specchi posteriori e grandangolari sono regolabili elettricamente. Per estrarre e ritrarre il supporto degli specchi telescopici basta premere un tasto di scelta rapida sul cruscotto, mediante tasti o touch. A richiesta è disponibile anche un sistema di riscaldamento degli specchi.

Fendt anticipa l’Agritechnica e lancia la nuova serie 900 Vario - Ultima modifica: 2019-07-03T18:45:03+00:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome