Emilia-Romagna, dall’Ocm vino 5,4 milioni per gli investimenti

ocm vino
Contributi fino al 40% delle spese sostenute. Oltre che per nuovi impianti e macchinari, rimborsi anche per la creazione di siti di e-commerce per la vendita delle bottiglie

Con un bando della misura "Investimenti" dell'Ocm vino la Regione Emilia-Romagna ha stanziato 5,4 milioni di euro per incentivare l'ammodernamento degli impianti e l'innovazione tecnologica in cantina, con l'obiettivo di migliorare la qualità dei vini regionali e rafforzare la competitività delle imprese. Le risorse arrivano dal Mipaaf.

 

 

Contributi in conto capitale fino al 40% delle spese

A disposizione delle imprese emiliano-romagnole che producono e commercializzano prodotti vitivinicoli (vino e mosto d'uva) sono previsti contributi in conto capitale che arrivano fino al 40% delle spese per la realizzazione di progetti che puntano a valorizzare i vini di qualità (Doc, Docg e bio). Ma anche a dare una spinta all'introduzione di tecnologie innovative per rispondere alle nuove opportunità di mercato, compresa la vendita diretta e l'e-commerce.

 

 

"Il tutto con un occhio di riguardo - sottolinea la Regione - alla riduzione dell'impatto ambientale del ciclo produttivo. Al miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro e al risparmio energetico". I progetti di investimento dovranno avere una dimensione minima di 30.000 euro e possono arrivare fino a un massimo di un milione. Le domande devono essere presentate entro il 15 novembre.

Budget diviso in due tranche

Per garantire condizioni di accesso omogenee alle diverse tipologie di beneficiari, il budget disponibile è stato suddiviso in due tranche. Il 40% delle risorse è destinato a finanziare i progetti di investimento presentati da imprese agricole che producono vino con le proprie uve e lo vendono direttamente. Il restante 60% è riservato alle aziende agroindustriali che commercializzano il vino prodotto con materia prima in prevalenza acquistata da terzi o conferita da soci.

Tra le spese ammissibili dalla misura dell'Ocm vino figurano quelle legate alla costruzione o ristrutturazione di immobili. L'acquisto di impianti, macchinari e attrezzature specifici per l'attività di trasformazione o commercializzazione. Gli arredi e allestimenti per la realizzazione di locali per la vendita diretta al consumatore finale dei prodotti aziendali e la creazione di siti internet per l'e-commerce.

"Un'opportunità, quest'ultima, molto importante per consentire ai piccoli viticoltori di far conoscere le proprie produzioni nei mercati nazionali e internazionali", segnala l'amministrazione regionale. Sono comprese nell'elenco anche le cosiddette spese tecniche. Ad esempio gli onorari di professionisti e consulenti, direttamente riconducibili agli investimenti realizzati.

Emilia-Romagna, dall’Ocm vino 5,4 milioni per gli investimenti - Ultima modifica: 2020-09-07T16:44:50+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome