Gianluca Bagnara nel gruppo di lavoro Ue sulle colture industriali sostenibili

periti agrari
Il gruppo cercherà di capire in che modo le colture industriali possono contribuire a nuove opportunità di mercato, modelli di business e sistemi agricoli sostenibili che creano valore per gli agricoltori nell'Ue

A Bruxelles si è insediato il gruppo di lavoro sulle colture industriali sostenibili in Europa. A rappresentare l'Italia c'è il perito agrario Gian Luca Bagnara, a cui il Collegio nazionale augura buon lavoro "affinché rappresenti le eccellenze del nostro Paese frutto di studio, ricerca, sperimentazione e innovazione".

Il gruppo è stato organizzato da Eip-Agri, il partenariato europeo per l'innovazione agricola presso la Dg agricoltura mira a collegare le strategie dei piani di sviluppo rurale, in particolare i gruppi operativi, con la ricerca transnazionale europea promossa dal programma Horizon2020.

L’obiettivo del gruppo di lavoro “Colture industriali sostenibili in Europa” è quello di valutare nuove opportunità di mercato e modelli di business che non sostituiscono la produzione alimentare: in che modo le colture industriali possono contribuire a nuove opportunità di mercato, modelli di business e sistemi agricoli sostenibili che creano valore per gli agricoltori nell'Ue, senza sostituire la produzione alimentare.

I compiti del focus group

  • Raccogliere esempi pratici e stimolanti e buone pratiche nella coltivazione di colture industriali in Europa senza sostituire la produzione alimentare.
  • Individuare le catene del valore esistenti di materiali a base biologica in cui gli agricoltori hanno il potenziale per svolgere un ruolo sostanziale, attraverso accordi a lungo termine o partecipazione diretta, tenendo conto delle diverse condizioni bioclimatiche, degli agroecosistemi e delle forme di cooperazione lungo la catena.
  • Discutere dei punti di forza e di debolezza delle catene del valore identificate, in particolare per quanto riguarda la diversificazione dei redditi degli agricoltori e le prestazioni ambientali dell'azienda e dell'intera catena del valore.
  • Suggerire modelli di business innovativi per favorire collegamenti integrati tra produzione / attività / ricerca applicata.
  • identificare ulteriori esigenze di ricerca dalla pratica e possibili lacune nelle conoscenze tecniche.
  • Suggerire soluzioni innovative e fornire idee per i gruppi operativi Eip-Agri e altri progetti innovativi.
Gianluca Bagnara nel gruppo di lavoro Ue sulle colture industriali sostenibili - Ultima modifica: 2020-05-13T13:39:34+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome