Biometano agricolo, energia pulita per i trasporti

Piero Gattoni (Cib), Massimiliano Giansanti (Confagricoltura) e Carlo Lambro (New Holland) in occasione dell'accordo per lo sviluppo del biometano nel settore dei trasporti in Italia sottoscritto da Confagricoltura, Eni, Fpt Industrial, Iveco, New Holland e Snam

Guarda il video con le dichiarazioni di Piero Gattoni (Cib), Massimiliano Giansanti (Confagricoltura) e Carlo Lambro (New Holland).

 

Un impegno congiunto per contrastare il climate change quello di Cib, Confagricoltura, Eni, Fpt Industrial, Iveco, New Holland Snam, che nei giorni scorsi hanno deciso di sottoscrivere un patto di cooperazione per sostenere l’attuazione degli obiettivi del decreto del 2 marzo del 2018 sulla promozione dell’uso del biometano e degli altri biocarburanti avanzati nel settore dei trasporti.

Leggi l'articolo per saperne di più

L’industria dei trasporti e il mondo agricolo si uniscono così per produrre energia sostenibile e rispondere così alle nuove esigenze di mercato.

 

Piero Gattoni «per non dipendere più da fonti energetiche fossili»

Piero Gattoni, presidente di Cib – Consorzio Italiano Biogas: «È un momento fondamentale che vede una profonda convergenza d’intenti tra imprese, Istituzioni e associazioni di settore a favore dello sviluppo della mobilità sostenibile in Italia. Il biometano agricolo è una bioenergia particolarmente flessibile e giocherà un ruolo di primo piano in questo processo, poiché permette di equilibrare l’attuale dipendenza da fonti energetiche fossili e di decarbonizzare anche i trasporti pesanti e più difficilmente elettrificabili. Lo sviluppo della filiera nazionale del biogas/biometano agricolo, inoltre, non potrà che giovare all’agricoltura italiana, che godrà così di un sostegno utile ad attivare processi innovativi di uso efficiente delle risorse, di riduzione delle emissioni di CO2, di riciclo dei nutrienti e di stoccaggio del carbonio nel suolo».

 

Massimiliano Giansanti: «Per lo sviluppo della bioeconomia circolare»

Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura: «La strategia energetica nazionale riconosce al biometano un ruolo fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi sulla mobilità sostenibile, e così come a partire dal 2007 abbiamo contribuito a supportare la cogenerazione da biogas, oggi siamo pronti ad intraprendere le nuove sfide. È una grande opportunità per il nostro Paese per produrre gas rinnovabile da utilizzare nei trasporti, ma anche un’importante occasione per l’agricoltura per proseguire il percorso iniziato da alcuni anni di efficientamento dei processi produttivi e di sviluppo della bioeconomia circolare, al fine di rendere l’attività sempre più multifunzionale e sostenibile dal punto di vista ambientale. Per tali motivi abbiamo voluto fortemente questo Accordo con la consapevolezza che solo attraverso una visione condivisa e progettualità comuni tra mondo agricolo ed industriale si potranno raggiungere importanti risultati».

 

Carlo Lambro: «Trattori a emissioni  zero»

Carlo Lambro, brand president di New Holland Agriculture e amministratore delegato Cnh Industrial Italia: «L’accordo sottoscritto oggi ha per noi un significato speciale, in quanto darà modo di realizzare su scala nazionale quanto avevamo già immaginato e messo in pratica, a partire dal 2006, con il progetto “Energy Independent Farm”, cioè l’azienda agricola energeticamente indipendente in grado di produrre internamente tutta l’energia di cui ha bisogno, trasformando scarti e reflui agricoli in biometano. Biometano che consente a un trattore, in condizioni reali di lavoro in campo, di ottenere emissioni di CO2 pari a zero».

Biometano agricolo, energia pulita per i trasporti - Ultima modifica: 2019-04-23T12:24:37+00:00 da Mary Mattiaccio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome