BIOGAS

Così si segue passo passo il processo di trasformazione

Dalla coltivazione della biomassa al digestato e alla produzione di elettricità e calore

BTS Biogas Italia e GTS
Syngas del Gruppo TS Energy hanno inaugurato il nuovo Centro Logistico Internazionale
ad Affi in provincia di Verona, località strategica per l'azienda rispetto
anche alle altre due sedi, quella di Brunico che è la sede legale e di Porto
Mantovano (Mn), sede operativa che ospita il laboratorio di analisi e studi,
unico di questo tipo in Italia, dedicato interamente al biogas.

 

 

La nuova sede di Affi
sarà un importante punto d'appoggio per gli operatori del settore, per i
tecnici specializzati e per i proprietari degli impianti. Essa mette infatti a
disposizione uffici, assistenza tecnica, magazzino di pezzi di ricambio e anche
uno showroom. Inoltre vi saranno organizzati corsi di formazione per dipendenti
e gestori degli impianti stessi. L'azienda è l'unica presente nel territorio
italiano a offrire questo tipo di servizio indispensabile per chi ha la
responsabilità di condurre nel migliore dei modi queste nuove tecnologie.

 

 

In occasione
dell'inaugurazione, ha fatto gli onori di casa Michael Niederbacher, direttore generale del Gruppo, che davanti ad
una numerosa assemblea di ospiti composta dalle autorità locali, dai
rappresentanti di tutte le categorie professionali interessate e dai clienti,
ha ripercorso la storia dell'azienda, ne ha ricordato la filosofia, i successi
e i progetti che i soci hanno intenzione di realizzare nel prossimo e lontano
futuro.

BTS è un'azienda che
produce impianti di biogas ed è presente nel territorio europeo con oltre 120 impianti
installati. Si occupa di ogni parte della loro realizzazione, dalla
progettazione, alla costruzione fino ad arrivare alla manutenzione. Fornisce inoltre
consulenza e assistenza biologica che mira all'ottimizzazione della semina, del
raccolto, dell'insilamento, del desilamento e della gestione biochimica
dell'impianto. Dedica anche una parte delle risorse allo sviluppo di appositi
software per l'automazione gestionale degli impianti.

In Italia, a tutt'oggi,
ne sono stati realizzati 100. La loro capacità produttiva
corrisponde a più di 80 MW che significa una quantità di energia capace di
soddisfare la richiesta energetica per tutte le abitazioni di due grande città
come Verona e Bologna.

Leader nel mercato italiano

Gli oltre 20 anni di
esperienza di BTS nel settore la rendono una delle realtà più autorevoli nel
campo delle energie rinnovabili e può essere annoverata tra i leader del
mercato italiano nel settore biogas, merito anche della particolare attenzione
che da sempre ripone sullo sviluppo e introduzione di tecnologie innovative e
sull'analisi biologica e chimica delle componenti utilizzate negli impianti,
per garantirne sempre la resa migliore. La professionalità ed esperienza dei
suoi tecnici e i continui investimenti dell'innovazione di prodotto, di processo
e formazione, danno grande soddisfazione al cliente e un'alta qualità all'energia
prodotta. Nell'immediato futuro saranno sviluppati non solo impianti importanti
e grandi, ma anche quelli di misura media e piccola, adatti e adattati a tutte
le necessità e a tutti tipi di aziende agricole.

La filosofia di BTS è
quella di aumentare le prestazioni degli impianti di biogas, considerando in
modo unitario e complessivo l'agricoltura, la biologia e l'uso energetico del
biogas, accompagnando i clienti passo passo: dall'ideazione dell'impianto alla
sua realizzazione, alla coltivazione della biomassa e al suo sfruttamento, il
tutto in un rapporto sinergico che ottimizza i diversi segmenti che compongono
la filiera. Questo insieme si chiama energicoltura ed è il perno dell'assistenza
biologica. Il processo biologico stabile, la resa costante del gas e la sua
qualità dipendono infatti dalla scelta del foraggio e dalla coltivazione dei
substrati biologici. L'energicoltura considera insieme tutti i processi che
intervengono: dalla coltivazione delle piante fino alla raccolta e della
lavorazione dei prodotti per la produzione di biogas.

Rendimento assoluto dell'impianto

Per migliorare il rendimento complessivo
dell'impianto, gli esperti della BTS hanno insomma sviluppato un metodo del
tutto nuovo nello scenario del biogas: mentre sino a oggi lo sguardo era
rivolto soprattutto al rendimento del cogeneratore, loro sono partiti da più
lontano, si sono concentrati sull'intero processo di trasformazione energetica non
solo nell'impianto ma anche a tutto ciò che ruota attorno ad esso, dalla
coltivazione della biomassa, attraverso la fermentazione per arrivare allo
sfruttamento del digestato.

I tecnici di BTS sono arrivati alla conclusione
che i fattori fondamentali che determinano il rendimento assoluto dell'impianto
di biogas sono quattro e per ognuno di essi hanno studiato e realizzato
soluzioni che hanno dato ottimi risultati:

- agronomico: coltivazione e raccolto
ottimali, insilamento perfetto, desilamento ideale; la consulenza biologica porta
il rendimento agronomico fino al 95%;

- biologico: il pretrattamento della
biomassa, il dosaggio ideale, i tempi di miscelazione giusti portano il
rendimento nei fermentatori a livelli altissimi;

- elettrico: con il biogas ad alto
contenuto di metano e la scelta del cogeneratore giusto, si possono raggiungere
significativi aumenti nel rendimento elettrico;

- termico: anche l'energia termica
prodotta dai cogeneratori deve essere sfruttata, in questo caso l'essiccazione
è il metodo più efficiente per sfruttare il calore in eccesso dell'impianto e
trasformare il liquame in fertilizzante.

Allegati

Scarica il file: Così si segue passo passo il processo di trasformazione
Così si segue passo passo il processo di trasformazione - Ultima modifica: 2013-02-14T00:00:00+01:00 da Terra e Vita
Così si segue passo passo il processo di trasformazione - Ultima modifica: 2013-02-14T12:23:09+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome