Piemonte Psr, aperti quattro nuovi bandi di finanziamento

Attraverso i fondi sullo sviluppo rurale la Regione Piemonte ha messo a disposizione del settore primario quasi 6 milioni di euro complessivi

Le aziende agricole possono accedere agli aiuti per aziende agricole montane, per la prevenzione dei danni da calamità naturali, per la valorizzazione del patrimonio forestale e per la bioeconomia.

Nuove opportunità di finanziamento per le aziende agricole del Piemonte: dagli aiuti alle aziende agricole montane ai contributi per la prevenzione dei danni da calamità naturali, dal sostegno al patrimonio forestale agli incentivi per la bioeconomia. Sono quattro i nuovi bandi che la Regione ha aperto grazie all’estensione del periodo di validità del Psr.  A disposizione un plafond complessivo di quasi 6 milioni di euro.

Operazione 13.1.1 “Indennità compensativa per le zone montane”

L’operazione 13.1.1 “Indennità compensativa per le zone montane” si propone di incentivare l'uso continuativo delle superfici agricole, ,il mantenimento e la promozione di sistemi di produzione agricola sostenibili e, di conseguenza, di contrastare l'abbandono del territorio montano. Il budget ammonta a 550mila euro per il 2021.

 

 

Gli agricoltori che si impegnano a proseguire l'attività agricola nelle zone montane possono accedere a delle indennità che sono erogate annualmente per ettaro di superficie agricola con l’obiettivo  di compensare, in tutto o in parte, i costi aggiuntivi e il mancato guadagno legati all’ubicazione dell’azienda agricola in zona più svantaggiata.

L’indennità viene calcolata mediante un sistema che tiene  conto di differenti parametri: altitudine dei terreni, pendenza dei versanti e tipologia di coltivazione (sistema agricolo a coltivazioni legnose, a seminativi o a pascoli e a prati permanenti). Le domande possono essere presentate fino alle 23:59 del 17 maggio 2021.

Operazione 5.1.1. “Prevenzione dei danni da calamità naturali di tipo biotico”

Ai blocchi di partenza anche l’Operazione 5.1.1. “Prevenzione dei danni da calamità naturali di tipo biotico”  attivata per contrastare la diffusione di Popillia japonica N. e Anoplophora glabripennis. Il sostegno è destinato ad enti pubblici, imprese e liberi professionisti.

La linea di credito finanzia investimenti per la realizzazione di reti anti-insetto per colture soggette agli attacchi di organismi nocivi e a fitopatie a rapida diffusione La dotazione finanziaria sfiora i 390mila euro.

Possono beneficiare dell’aiuto le spese di acquisto di reti anti insetto, l’acquisto e posa in opera di strutture di sostegho delle reti anti insetto, l’acquisto di materiali pacciamanti e di altro materiale necessario alla realizzazione delle strutture protette. E’ finanziato anche l’acquisto di materiale necessario per interventi a strutture già esistenti per la produzione sottorete.

Gli interventi possono essere realizzati su tutto il territorio del Piemonte, con priorità nelle aree a rischio di gravi danni al potenziale produttivo causati dalla presenza di Popillia japonica N. e Anoplophora spp.

Il sostegno viene erogato come contributo in conto capitale e copre l’80% delle spese sostenute e il 100% delle spese sostenute  nel caso di interventi realizzati da enti pubblici o  da più beneficiari. Non è previsto un limite di spesa minima e massima ammissibile. Le domande di aiuto devono essere presentate entro le ore 18:00 del 3 maggio 2021.

Operazione 8.6.1 “Investimenti per incrementare il potenziale economico delle foreste e dei prodotti forestali “

Operativa in Piemonte anche la linea di credito  8.6.1 “Investimenti per incrementare il potenziale economico delle foreste e dei prodotti forestali” che mette a disposizione  3 milioni  di euro di risorse, più eventuali incrementi derivanti da economie o ulteriori assegnazioni collegate all’estensione del periodo di programmazione.

Il bando si focalizza su tre obiettivi: l’ammodernamento del parco macchine ed attrezzature, anche a carattere innovativo, per le attività di raccolta, trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti della selvicoltura, l'adozione di sistemi di certificazione di gestione forestale sostenibile e di tracciabilità dei prodotti della selvicolturale e di certificazione della qualità (basata sulla norma ISO 17225) e l’adozione di tecnologie e processi, anche innovativi, attraverso la meccanizzazione di specifiche fasi di lavorazione, l'ottimizzazione o riduzione dei consumi energetici.

Il sostegno è concesso a micro, piccole e medie imprese che operano nel settore forestale  come contributo a  fondo perduto e finanzia tre tipologie di interventi: l’acquisto di macchinari e attrezzature per il taglio e allestimento del legname; l’acquisto di macchinari e attrezzature per il trasporto ed esbosco del legname; l’acquisto di macchinari connessi al trattamento e alla trasformazione della biomassa forestale ad uso energetico, agricolo e ambientale.

Il contributo copre il 40% della spesa totale dell’investimento ammissibile. Le domande devono essere presentate entro le ore 12:00 del 2 luglio 2021.

Operazione 16.2.1 Azione 2 Piattaforma tecnologica bioeconomia

In Piemonte i Gruppi di cooperazione composti da proprietari di terreni agricoli, operatori del comparto agroalimentare (ad esempio le imprese agricole), enti locali, organismi di ricerca, poli e reti di imprese possono accedere anche al bando 16.2.1 “Azione 2 Piattaforma tecnologica bioeconomia” che incentiva forme di cooperazione tra almeno due soggetti diversi per la realizzazione di Progetti Pilota nelle filiere agricole. Il budget a disposizione in questo caso è di 2 milioni di euro.

L’obiettivo è quello di promuovere l'uso efficiente delle risorse, la redditività, la produttività, la competitività, la riduzione delle emissioni, il rispetto del l'ambiente e la resilienza climatica nelle filiere agricole; migliorare i metodi di tutela dell'ambiente, mitigazione dei cambiamenti climatici e adattamento ad essi, promuovendo la gestione sostenibile delle risorse.

I partecipanti devono  formare “Gruppi di cooperazione” in cui uno dei componenti assume il ruolo di capofila. A lui spetta presentare la domanda di sostegno in nome e per conto di tutto il Gruppo di cooperazione.  Il termine per presentare la domanda di aiuto è alle ore 23.59 del 15 giugno 2021.

 

 

 

Piemonte Psr, aperti quattro nuovi bandi di finanziamento - Ultima modifica: 2021-04-19T19:23:23+02:00 da Francesca Baccino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome