Rago: «L’innovazione italiana in agricoltura è riconosciuta anche in Europa»

Gaetano Rago si aggiudica la menzione speciale della prima edizione del premio #L'agricolturaègiovane dell'Osservatorio Giovani Agricoltori di Edagricole

Il venticinquenne Gaetano Rago rappresenta l'ultima generazione di una famiglia che guida in Campania un solido gruppo produttivo vanto dell’agroalimentare italiano: Rago Group. La storica azienda della Piana del Sele è vocata alla coltivazione e trasformazione di baby leaf di I e IV gamma per dodici mesi l’anno. Il core business è la coltivazione della rucola. Con la spinta del giovane Rago la rucola della piana del Sele ha appena ottenuto l’igp.

Per la sua forte propensione alla digitalizzazione e informatizzazione di processo, in un'ottica di filiera completa che valorizza le vocazioni del territorio, Gaetano ha ricevuto la menzione speciale alla prima edizione del premio #L'agricolturaègiovane dell'Osservatorio Giovani Agricoltori di Edagricole, organizzato in collaborazione con Bayer, per la sua forte spinta innovativa in termini di sostenibilità ambientale ed economica.

 

 

Rago
Azienda Rago. Serre sperimentali per la coltivazione di baby leaf. Su 250 ettari circa il 90% è coltivato in serra, sette dei quali a biologico.

«In azienda ho portato un approccio imprenditoriale innovativo»

«Il mio ruolo principale - racconta Gaetano, laureato in Gestione di Impresa/Business Administration - è sviluppare nuovi business. E lo faccio a 360 gradi, dalle prove in campo, alla pianificazione finanziaria, fino all'integrazione con la parte produttiva e industriale. Ho portato un approccio imprenditoriale innovativo che mette sempre più al centro la persona e l’ambiente. In campo collaboro con il nostro team di agronomi nella ricerca di nuove varietà come, per esempio, Red Aztec, Purple Rain, komatsuna e Mala­chai. Inoltre seleziono tutta l’innovazione tecnologica che testiamo in azienda, sperimentando le scelte di nuovi mezzi e macchinari green».

Per quanto riguarda la digitalizzazione dei processi, spiega Gaetano «il mio impegno è nell'ampliare e ottimizzare l’utilizzo dei nostri strumenti informatici come le centraline meteorologiche, le sonde automatiche, l’irrigazione automatizzata e il nostro software gestionale SmarTrack».

Guarda l'intervista integrale a Gaetano Rago

Leggi anche: Baby leaf, Rago: «Innovazione e sostenibilità i nostri mantra aziendali»

L’OSSERVATORIO GIOVANI AGRICOLTORI è l’iniziativa promossa da Edagricole e dalla rivista Terra e Vita che in due anni ha dato voce a 1.496 giovani conduttori di imprese agricole under 40 dando vita al gruppo Facebook #L'agricolturaègiovane che oggi conta oltre 4.000 iscritti (vagliati in base ad età e professione). Sono circa 500 i giovani agricoltori che hanno aderito alla survey organizzata nel 2020 assieme a Bayer per indagare il rapporto tra giovani e innovazione. 

Rago: «L’innovazione italiana in agricoltura è riconosciuta anche in Europa» - Ultima modifica: 2021-03-11T15:15:05+01:00 da Laura Saggio