Controllo del glifosate con i kit di Eurofins Tecna

controllo glifosate
Dopo il kit Elisa, per mani meno esperte arriva un nuovo kit rapido e sensibile per l’autocontrollo semiquantitativo del glifosate

Quali sono le tecnologie fruibili dalle industrie alimentari per la verifica dei residui dell’erbicida glifosate in situ, direttamente in azienda, senza necessità di demandare, l’analisi a un laboratorio esterno?

Eurofins Tecna distribuisce già un kit ELISA sensibile per la ricerca quantitativa del glifosate in diverse tipologie di alimenti, quali orzo e malto d’orzo, avena, frumento duro, mais e altre semole, farine e granaglie, birra, pane e pasta secca, e ancora patate, soia, foglie di tè, tofu, fagioli, piselli, succo d’uva, latte, caffè verde, miele, olii vegetali, avocado, zucchero bianco.

La tecnologia ELISA è una valida alleata soprattutto delle realtà che debbano processare un certo numero di campioni in parallelo, nell’ambito di una stessa seduta. Si presta anche ad essere eseguita in modo automatico: dopo la preparazione del campione, le fasi di dispensazione, incubazione, lavaggio, analisi ed elaborazione dei dati possono essere condotte in modalità walk-away, in modo standardizzato e completamente tracciabile.

Una soluzione più semplice e veloce

Ma per mani meno esperte, per ambienti analitici non equipaggiati a laboratorio, per chi debba analizzare un solo campione alla volta, per chi cerca una soluzione più veloce e più semplice, la risposta è la nuova strip rapida per glifosate.

Il kit lateral flow sfrutta una preparazione del campione estremamente semplice, basata su una diluzione acquosa per frumento, mais, soia, lenticchie, fagioli e miele. L’estratto ottenuto è applicato alle strip contenute nel kit (che include tutti i consumabili necessari per la prova) e, in pochi minuti, determina la colorazione delle linee di test e di controllo sulla strip. È possibile comprendere, in modo qualitativo, il risultato semplicemente osservando l’intensità del colore delle due linee.

autocontrollo glifosatoIn alternativa, per evitare qualsiasi dubbio personale di interpretazione, è disponibile un lettore compatto ed estremamente facile da utilizzare per l’acquisizione digitale della risposta, in questo caso semiquantitativa. Il range di dosaggio in matrice è 0.5-20 ppb in acqua, 10-400 ppb in frumento, mais, soia; 20-400 ppb nelle lenticchie, 40-1600 ppb nei piselli gialli e 50-2000 ppb nel miele. Lo strumento classifica i campioni in quattro classi di rischio all’interno del range di misura come negativo, a basso livello di contaminazione, medio e alto / fuori scala.

Tecnologia e formazione per il controllo del glifosate

Qual è la chiave per l’adozione di un kit diagnostico di screening per l’internalizzazione delle prove e una gestione più snella, rapida, consapevole ed economica del rischio legato alle contaminazioni di glifosate?

È possibile ottenere da Eurofins Tecna non solo kit ed eventuale apparecchiatura di supporto, ma anche e soprattutto la formazione e la preparazione necessaria a scegliere correttamente, valutare, validare e verificare la prova con una delle soluzioni analitiche disponibili. Gli specialisti sono a disposizione per dimostrazioni sul campo, sessioni teoriche e pratiche e verifiche post-installazione per un’assistenza a 360°. Per informazioni, contattate Support.ET.Trieste@eurofins.com.

Controllo del glifosate con i kit di Eurofins Tecna - Ultima modifica: 2021-10-05T15:21:15+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome