Una Pac più efficace per l’ortofrutta

Janusz Wojciechowski, commissario europeo all'agricoltura
La Commissione adotta nuove regole per il regime di sostegno ortofrutticolo della PAC. Più semplificazione e potenziamento del ruolo delle Op per evitare le attuali crisi di reddito per i produttori. Obiettivi di cui gli Stati membri dovranno tenere conto nella formulazione dei Pns, i piani strategici per la Pac post 2022.

La Commissione Europea ha adottato nuove norme per semplificare il regime di sostegno dei prodotti ortofrutticoli della Politica agricola comune (Pac).

Il Reg. 2021/652 del 10 febbraio 2021, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale europea del 21 aprile, interviene in particolare modificando il Reg. 2017/891 per quanto riguarda le norme che regolano le attività e i programmi operativi delle organizzazioni dei produttori (Op) nel settore ortofrutticolo.

 

 

Verso la nuova Pac

Questa semplificazione apre la strada alla nuova Pac che si applicherà a partire dal 2023. Gli Stati membri potranno ora estendere le loro strategie nazionali per il settore ortofrutticolo per garantire una transizione graduale tra le norme attuali e le nuove una volta che la nuova PAC sarà entrata in vigore.

Alcuni interventi nel dettaglio

Tra le altre cose le nuove regole prevedono:

  • l’ampliamento delle possibilità di esternalizzazione per le organizzazioni di produttori nel settore ortofrutticolo;
  • l’estensione del metodo di calcolo del valore dei funghi destinati alla trasformazione a diverse tipologie di funghi per riflettere la realtà della produzione;
  • l’estensione dell'uso dei tassi forfettari standard o importi forfettari a tutti i costi sostenuti nell'ambito dei programmi operativi per il settore ortofrutticolo, ad eccezione delle misure di crisi;
  • la semplificazione delle regole relative al ritiro dal mercato di frutta e verdura per la distribuzione gratuita;
  • l’introduzione di un importo massimo di sostegno per i ritiri dal mercato per la lavorazione;
  • la semplificazione delle norme relative alle misure di prevenzione e gestione delle crisi (es. assicurazione del raccolto, coaching), per incoraggiare una maggiore diffusione da parte delle organizzazioni di produttori nel settore ortofrutticolo.

Gli obiettivi della politica ortofrutticola dell’Unione

L'Ue sostiene il settore ortofrutticolo attraverso il suo programma di gestione del mercato con quattro obiettivi generali:

  1. un settore più competitivo e orientato al mercato grazie alle organizzazioni di produttori;
  2. minori fluttuazioni del reddito dei produttori legate alla crisi;
  3. maggiore consumo di frutta e verdura nell'UE;
  4. maggiore utilizzo di tecniche di coltivazione e produzione ecocompatibili.

Il quadro regolatorio europeo promuove la qualità del prodotto applicando standard di marketing e supportando misure operative.

Per approfondire clicca su questi link

Programma UE per frutta e verdura

Osservatorio del mercato ortofrutticolo dell'UE

Una Pac più efficace per l’ortofrutta - Ultima modifica: 2021-04-26T10:14:50+02:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome