Olanda: protesta trattori, oltre 1.000 km di strade intasate

Le proteste degli allevatori in Olanda. Con il cartello "how dairy you" parodia dell'"how dare you" di Greta Thumberg all'Onu
Le giuste preoccupazioni contro il global warming innescate dalle parole di Greta Thumberg rischiano di trasformarsi in un’assurda crociata contro l’attività zootecnica. La drastica proposta di dimezzare il numero di capi bovini suscita la vibrante protesta degli agricoltori olandesi

Strade nazionali olandesi paralizzate da migliaia di trattori e di mezzi agricoli in marcia verso la capitale l'Aja per una manifestazione di protesta che ha mobilitato più di diecimila persone. La crociata mondiale contro il riscaldamento globale rischia infatti di torcersi contro l’avversario più debole e indifeso di tutti: l’agricoltura.

Una crociata contro l’allevamento

Nel mirino ultimamente c’è soprattutto l’attività zootecnica. Gli agricoltori olandesi protestano infatti contro un progetto di legge della lista Democratici 66 che prevede di dimezzare il numero di capi bovini allevati per ridurre le emissioni di azoto e cambiare destinazione all'uso del suolo. L'organizzazione stradale e automobilistica del paese, Anwb, ha fatto sapere in un comunicato che nel paese si sono registrati nel corso del 1 ottobre lunghi ingorghi e 1.136 chilometri di strade sono del tutto intasate.

La capitale L’Aia paralizzata

Si tratta di una delle peggiori paralisi stradali della storia del paese europeo con code di 40km solo sulla strada tra Utrecht e l'Aia. I primi trattori sono arrivati all'Aja nelle prime ore della mattina del 1 ottobre abbattendo le recinzioni. Tre persone sono state arrestate, secondo l'emittente pubblica Nos. Il sindaco dell'Aja Pauline Krikke ha messo in guardia parlando di una "situazione pericolosa". 500 trattori avevano già raggiunto la zona del parco di Malieveld, nella capitale olandese, un'ora prima dell'inizio della manifestazione. L'amministrazione della capitale ha poi autorizzato l'ingresso al centro a soli 75 trattori, dirottando gli altri sulla spiaggia di Scheveningen, mentre per tutta la giornata si sono registrati rallentamenti e ingorghi.

Niente agricoltura, niente cibo

Tra i cartelli svettava un semplice hashtag: «Nessun agricoltore niente cibo». Gli allevatori contestano le tesi degli ambientalisti, che accusano il settore zootecnico di essere all'origine del problema dell'inquinamento da azoto, attualmente uno dei temi più dibattuti nel paese.

Il filmato delle proteste (da Metro.Co.Uk)

 

Olanda: protesta trattori, oltre 1.000 km di strade intasate - Ultima modifica: 2019-10-02T09:00:46+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome