Semaforo verde alla silvicoltura, macchine agricole ancora al palo

LA LISTA DEI COMPARTI CHE RIAPRONO IL 14 APRILE CON RELATIVO CODICE ATECO

macchine agricole
Aspre critiche sia nel metodo che nel merito da parte del presidente di FederUnacoma Alessandro Malavolti nei confronti del Governo Conte per l'esclusione del comparto delle macchine agricole dalle aperture del DPCM del 10 aprile
Coronavirus, il DPCM #iorestoacasa del 10 aprile apre a bioenergie, forestali, rivendite agrarie e manutenzione del verde. Ancora uno stop, viceversa, alle macchine agricole. Alessandro Malavolti (FederUnacoma) «è il sintomo di una concezione medievale dell’agricoltura»

Lockdown prolungato fino al 3 maggio, ma graduali riaperture a partire dal 14 aprile di alcune delle attività prima non considerate di prima necessità.

È questo, in estrema sintesi, il contenuto dell’atteso Dpcm del 10 aprile aggiornamento del #IoRestoaCasa (clicca per scaricare il documento), annunciato dal premier Giuseppe Conte nella movimentata conferenza stampa del 9 aprile (quella del «...devo fare i nomi e i cognomi di chi dice menzogne sul Mes...»).

 

 

Ventinove pagine di decreto che presenta negli allegati la lista delle riaperture, suddivisa in tre categorie: commercio al dettaglio, servizi alla persona e settori produttivi con relativo codice Ateco (vedi oltre).

Bioenergie, forestali, rivendite agrarie e manutenzione del verde ok

Un via libera molto importante per alcune attività collegate a quella agricola come i settori del verde, quello delle aziende forestali e dell' industria del legno, le aziende bioenergetiche, il commercio di fertilizzanti e dei prodotti chimici per l'agricoltura e la manutenzione del paesaggio e del verde pubblico.

Macchine agricole ancora discriminate

Fa però più rumore quello che non può ancora avviarsi verso la normalità. Il decreto #IoRestoAcasa infatti rimette in movimento quasi tutto tranne il settore delle macchine agricole (codice Ateco 28.30). Un ritardo che tra l'altro rischia di condizionare una manifestazione di riferimento come Eima, prevista a Bologna dall'11 al 15 novembre.

contoterzisti«È l'ennesimo sintomo - contesta il presidente di FederUnacoma Alessandro Malavolti - di una concezione medievale dell’agricoltura e delle attività in ambiente rurale perché nessuna lavorazione può essere eseguita manualmente, senza macchine e ricambi adeguati».

Attrezzature per un'agricoltura sostenibile e produttiva

Per fare l’agricoltura occorrono infatti trattori, attrezzature per la lavorazione del terreno,

Alessandro Malavolti, presidente di FederUnacoma

seminatrici, macchine per i trattamenti, per l’irrigazione e la raccolta, ricambi, componenti e molto altro - avverte la Federazione dei costruttori - così come per le attività forestali e per la filiera bioenergetica occorrono trattrici, sollevatori, motoseghe, rimorchi, cippatrici e molte altre tipologie di mezzi.

Le forniture di macchinari dovrebbero essere garantite alle aziende agricole e forestali ma questo è ora impossibile per decreto governativo, e molti mezzi meccanici già ordinati per le lavorazioni stagionali più urgenti non potranno essere consegnati, con danni incalcolabili soprattutto per le produzioni alimentari.

Esclusi all'ultimo secondo "da una manina" male informata

A Malavolti non va proprio giù il metodo adottato nella condotta del Governo Conte.

«Le ragioni per le quali abbiamo chiesto - stigmatizza - la riapertura delle fabbriche per la fornitura dei macchinari, peraltro garantendo protocolli di massima sicurezza per i lavoratori, sono chiare, ben motivate e sostenute da tutte le organizzazioni professionali agricole che hanno denunciato l’emergenza relativa proprio alla mancanza di macchinari”».

«Viceversa - sostiene il presidente dei costruttori - sono incomprensibili ed oscure le ragioni

Teresa Bellanova

per le quali il nostro comparto, dopo essere stato correttamente inserito nel nuovo decreto, sia poi stato  escluso all’ultimo momento».

Risulta infatti che, contro il parere degli stessi Ministri dell’Agricoltura Teresa Bellanova e dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, le rappresentanze sindacali si siano imposte per l’esclusione del comparto, e questo malgrado gli accordi e i protocolli già messi a punto, presso le aziende della meccanica agricola, dalle stesse rappresentanze sindacali territoriali.

«Ne è scaturito un decreto strabico e paradossale - conclude il presidente Malavolti - che indica come strategica le filiera dell’agricoltura e dei settori industriali collegati, e che poi impedisce, cancellandone i codici, la produzione proprio dei beni strumentali che le sono indispensabili. «Sono incongruenze gravi - conclude Malavolti - sulle quali torneremo subito ad interpellare il Governo».

Le misure di prevenzione

Ma oltre a “riaprire” alcune attività, il Dpcm rafforza anche le misure di prevenzione, per evitare che i semafori verdi concessi portino a una ripresa galoppante dei contagi.

Gli esercizi commerciali e le attività produttive compresa quella agricola dovranno quindi assicurare il mantenimento, in tutte le loro attività, del distanziamento sociale; dovranno garantire pulizia e igiene ambientale almeno due volte al giorno e in funzione dell’orario di apertura.

Obbligatorio l’uso di mascherine nei luoghi chiusi e in tutte le fasi lavorative laddove non sarà possibile osservare il distanziamento sociale, e l’uso dei guanti usa e getta. Inoltre, gli accessi agli esercizi commerciali dovranno essere scaglionati attraverso un ampliamento delle fasce orarie, e consentendo l’entrata di una sola persona alla volta e massimo due operatori nei locali fino a 40 metri quadri.

Alcune Regioni hanno messo in pratica misure più stringenti e limitato l'elenco delle riaperture (Lombardia) altre hanno previsto maggiori libertà (Veneto) rispetto al decreto.


L’elenco completo delle riaperture con codici Ateco
Allegato 1 (commercio)

  • Ipermercati
  • Supermercati
  • Discount di alimentari
  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
    Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Farmacie
  • Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
  • Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria
  • Commercio al dettaglio di libri
  • Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati

Allegato 2 (servizi)

  • Servizi per la persona
  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse

Allegato 3 (settori produttivi)

  • 1 Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali
  • 2 Silvicoltura ed utilizzo aree forestali
  • 3 Pesca e acquacoltura
  • 5 Estrazione di carbone
  • 6 Estrazione di petrolio greggio e di gas naturale
  • 09.1 Attività dei servizi di supporto all’estrazione di petrolio e di gas naturale
  • 10 Industrie alimentari
  • 11 Industria delle bevande
  • 13.96.20 Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali
  • 13.95 Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento)
  • 14.12.00 Confezioni di camici, divise e altri indumenti da lavoro
  • 16 Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili);
  • fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio
  • 17 Fabbricazione di carta (ad esclusione dei codici: 17.23 e 17.24)
  • 18 Stampa e riproduzione di supporti registrati
  • 19 Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
  • 20 Fabbricazione di prodotti chimici (ad esclusione dei codici: 20.12 – 20.51.01 – 20.51.02 – 20.59.50 – 20.59.60)
  • 21 Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici
  • 22.2 Fabbricazione di articoli in materie plastiche (ad esclusione dei codici: 22.29.01 e 22.29.02)
  • 23.13 Fabbricazione di vetro cavo
  • 23.19.10 Fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia
  • 25.21 Fabbricazione di radiatori e contenitori in metallo per caldaie per il riscaldamento centrale
  • 25.73.1 Fabbricazione di utensileria ad azionamento manuale; parti intercambiabili per macchine utensili
  • 25.92 Fabbricazione di imballaggi leggeri in metallo
  • 26.1 Fabbricazione di componenti elettronici e schede elettroniche
  • 26.2 Fabbricazione di computer e unità periferiche
  • 26.6 Fabbricazione di apparecchi per irradiazione, apparecchiature elettromedicali ed elettroterapeutiche
  • 27.1 Fabbricazione di motori, generatori e trasformatori elettrici e di apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell’elettricità
  • 27.2 Fabbricazione di batterie di pile e di accumulatori elettrici
  • 28.29.30 Fabbricazione di macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l’imballaggio
  • 28.95.00 Fabbricazione di macchine per l’industria della carta e del cartone (incluse parti e accessori)
  • 28.96 Fabbricazione di macchine per l’industria delle materie plastiche e della gomma (incluse parti e accessori)
  • 32.50 Fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche
  • 32.99.1 Fabbricazione di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi di sicurezza
  • 32.99.4 Fabbricazione di casse funebri
  • 33 Riparazione e manutenzione installazione di macchine e apparecchiature (ad esclusione dei seguenti codici: 33.11.01, 33.11.02, 33.11.03, 33.11.04, 33.11.05, 33.11.07, 33.11.09, 33.12.92,
  • 35 Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • 36 Raccolta, trattamento e fornitura di acqua
  • 37 Gestione delle reti fognarie
  • 38 Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali
  • 39 Attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti
  • 42 Ingegneria civile (ad esclusione dei seguenti codici: 42.99.09 e 42.99.10)
  • 43.2 Installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzioni e installazioni
  • 45.2 Manutenzione e riparazione di autoveicoli
  • 45.3 Commercio di parti e accessori di autoveicoli
  • 45.4 Per la sola attività di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori
  • 46.2 Commercio all’ingrosso di materie prime agricole e animali vivi
  • 46.3 Commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, bevande e prodotti del tabacco
  • 46.46 Commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici
  • 46.49.1 Commercio all’ingrosso di carta, cartone e articoli di cartoleria
  • 46.49.2 Commercio all’ingrosso di libri riviste e giornali
  • 46.61 Commercio all’ingrosso di macchinari, attrezzature, macchine, accessori, forniture agricole e utensili agricoli, inclusi i trattori
  • 46.69.91 Commercio all’ingrosso di strumenti e attrezzature ad uso scientifico
  • 46.69.94 Commercio all’ingrosso di articoli antincendio e infortunistici
  • 46.71 Commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi e lubrificanti per autotrazione, di combustibili per riscaldamento
  • 46.75.01 Commercio all’ingrosso di fertilizzanti e di altri prodotti chimici per l’agricoltura
  • 49 Trasporto terrestre e trasporto mediante condotte
  • 50 Trasporto marittimo e per vie d’acqua
  • 51 Trasporto aereo
  • 52 Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti
  • 53 Servizi postali e attività di corriere
  • 55.1 Alberghi e strutture simili
  • DA 58 A 63 Servizi di informazione e comunicazione
  • Da 64 a 66 Attività finanziarie e assicurative
  • 69 Attività legali e contabili
  • 70 Attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale
  • 71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche
  • 72 Ricerca scientifica e sviluppo
  • 74 Attività professionali, scientifiche e tecniche
  • 75 Servizi veterinari
  • 78.2 Attività delle agenzie di lavoro temporaneo (interinale) nei limiti in cui siano espletate in relazione alle attività di cui agli allegati 1, 2 e 3 del presente decreto
  • 80.1 Servizi di vigilanza privata
  • 80.2 Servizi connessi ai sistemi di vigilanza
  • 81.2 Attività di pulizia e disinfestazione
  • 81.3 Cura e manutenzione del paesaggio, con esclusione delle attività di realizzazione
  • 82.20 Attività dei call center limitatamente alla attività “di call center in entrata (inbound),
  • 82.92 Attività di imballaggio e confezionamento conto terzi
  • 82.99.2 Agenzie di distribuzione di libri, giornali e riviste
  • 82.99.9 Altri servizi di sostegno alle imprese limitatamente all’attività relativa alle consegne a domicilio di prodotti
  • 84 Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
  • 85 Istruzione
  • 86 Assistenza sanitaria
  • 87 Servizi di assistenza sociale residenziale
  • 88 Assistenza sociale non residenziale
  • 94 Attività di organizzazioni economiche, di datori di lavoro e professionali
  • 95.11.00 Riparazione e manutenzione di computer e periferiche
  • 95.12.01 Riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari
  • 95.12.09 Riparazione e manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazioni
  • 95.22.01 Riparazione di elettrodomestici e di articoli per la casa
  • 97 Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico
  • 99 Organizzazioni e organismi extraterritoriali
Semaforo verde alla silvicoltura, macchine agricole ancora al palo - Ultima modifica: 2020-04-13T18:07:33+02:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome