Horta 4 School, l’innovazione tra i banchi di scuola

Horta
Sottoscritto un Protocollo d’intesa nazionale tra la Rete nazionale degli Istituti agrari (Re.N.Is.A.) e Horta, spin off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza

È datato 30 agosto 2019 il Protocollo d’Intesa siglato dalla Rete Nazionale degli Istituti Agrari (Re.N.Is.A.) - rappresentata dalla presidente Patrizia Marini - e dal presidente di Horta Srl Pierluigi Meriggi. Un passo importante che permetterà di estendere il progetto di formazione all’innovazione in agricoltura a tutti gli Istituti Agrari d’Italia.

Horta
Pierluigi Meriggi

Il lancio di Horta 4 School, questo il nome del progetto che discende dal protocollo di intesa, ha avuto luogo in occasione del Convegno dal titolo “Innovazione e ricerca da Leonardo Da Vinci ad Agricoltura 5.0”, tenutosi a Pesaro, alla presenza del Coordinatore nazionale e direttore tecnico del Miur, Ettore Acerra.

 

 

La visione del Re.N.Is.A.

Horta
Patrizia Marini

«Questo progetto innovativo permetterà di accrescere le capacità di risoluzione dei problemi dei ragazzi e di determinare il loro orientamento professionale: questo è proprio lo scopo degli istituti agrari. Il progetto, infatti, prevede lo sviluppo e il consolidamento delle competenze chiave per l’apprendimento autonomo e combina la teoria con la pratica in un contesto reale». Così la presidente della Rete nazionale degli istituti agrari, Patrizia Marini, ha commentato durante la giornata di Pesaro il lancio del progetto.
«Quando l’innovazione e la tecnologia di alto livello vengono portate nelle scuole, gli studenti ne traggono grandi benefici».

La Rete Nazionale Istituti Agrari, costituita da 250 Istituti con sedi in tutte le 20 Regioni, è la Rete di Scuole più grande d’Italia oggi in essere.

Le nuove tecnologie e la digitalizzazione stanno rivoluzionando i più rilevanti ambiti della società, mutando rapidamente le attività lavorative e creandone nuove, anche nel settore agro-alimentare.

In questo contesto si inserisce il percorso formativo Horta 4 School (H4S), che si propone di avvicinare gli studenti degli istituti agrari all’utilizzo degli strumenti digitali in agricoltura, con particolare riferimento ai ragazzi inseriti in percorsi di alternanza scuola-lavoro.


La sinergia tra ricerca e scuola

«Horta 4 School – spiega Vittorio Rossi, professore ordinario di Patologia vegetale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e socio fondatore dello spin-off Horta Srl – rappresenta per Horta un’importante iniziativa per consolidare il dialogo con le scuole e per promuovere la cultura dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile nel settore agricolo e delle filiere agro-alimentari. Affrontare sinergicamente con il mondo scolastico le trasformazioni che stanno interessando il settore agricolo è oggi fondamentale non solo per garantire competitività al nostro Paese, incentivando la crescita di un Made in Italy sempre più rispettoso della qualità, della salute e dell’ambiente, ma anche per stabilire uno scambio osmotico tra ricerca, mondo del lavoro e istruzione, investendo così nelle nuove generazioni».

«Il percorso avviato grazie al coordinamento e al contributo del Re.N.Is.A. - continua Rossi - è quindi un ponte fra realtà diverse che non sempre trovano le occasioni giuste per interagire in modo sinergico. La firma del protocollo d’intesa con la Rete Nazionale degli Istituti Agrari conferma il forte interesse del mondo della scuola verso l’agricoltura digitale e permetterà di coinvolgere un numero progressivamente maggiore di studenti e insegnanti degli Istituti di tutta Italia».


Un modello virtuoso

Il progetto pilota è iniziato nel 2017, presso l’Ita “Emilio Sereni”, e nel 2018 è stato replicato presso l’Ita “Dionisio Anzilotti”.

Questi istituti, grazie all’introduzione delle nuove tecnologie e all’applicazione di innovative tecniche di agricoltura di precisione, oltre a raggiungere gli obiettivi pedagogici e didattici stabiliti hanno ottenuto un miglioramento della gestione dei vigneti dell’istituto e una riduzione dei trattamenti antiparassitari, garantendo al contempo il livello produttivo quali-quantitativo che ci si era prefissato.

All’Ita Emilio Sereni, nella parcella di vigneto condotta dalla classe 4C seguendo le indicazioni del DSS vite.net, si è registrata una riduzione del 24% dei trattamenti anti-peronosporici, con un risparmio di 1,5 kg di rame metallo, e del 16 % dei trattamenti anti-oidici rispetto alla parcella condotta secondo la prassi aziendale. All’Ita Dionisio Anzilotti, nella parcella “vite.net” della classe 3D sono state registrate riduzioni del 20 e 19% rispettivamente per i trattamenti anti-peronosporici e anti-oidici.

Dalla formazione al campo

Horta4school

Horta

 

 

 

 

Con il progetto Horta 4 School si avvicinano il mondo della ricerca e quello dell’istruzione. La Rete nazionale degli istituti agrari è costituita 250 realtà scolastiche presenti in tutte le regioni italiane

La collaborazione fra Re.N.Is.A. e Horta nasce dai risultati conseguiti in queste prime esperienze e dalla comprensione dell’importanza di disseminare e diffondere innovazione e cultura del digitale nelle scuole e nell’agricoltura del domani.

Il Progetto si articola in due fasi distinte. La prima prevede per docenti e studenti percorsi di formazione, principalmente sotto forma di webinar, sulle attività da svolgere, gli obiettivi da conseguire, le tecnologie utilizzate e la loro applicazione.

La seconda si focalizza sull’introduzione dei Sistemi di Supporto alle Decisioni (DSS) nella gestione dell’azienda agricola e, in contemporanea, lo svolgimento di attività tecnico/pratiche di monitoraggio e raccolta dati nel corso della stagione.

Il primo DSS introdotto nel Progetto è vite.net, piattaforma web per la gestione sostenibile del vigneto.

Che vinca il migliore

Al termine di ogni anno scolastico, il gruppo di coordinamento del Progetto composto da membri dell’istituzione Re.N.Is.A. e di Horta, premierà i tre migliori progetti presentati dagli studenti.

Tutte le iniziative incentrate sul tema dell’uso dei DSS in agricoltura promosse dagli istituti tecnici e professionali agrari italiani saranno raccolte e divulgate attraverso i canali del Re.N.Is.A. e di Horta.


Gli autori sono dell'Università Cattolica del Sacro Cuore Piacenza e di Horta Srl

Horta 4 School, l’innovazione tra i banchi di scuola - Ultima modifica: 2019-10-22T10:45:44+00:00 da K4

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome