Agevolazioni ici

    per Cd e Iap iscritti alle relative gestioni previdenziali

    Domanda

    Un pensionato ex Scau, con circa € 5.000 di pensione Inps all’anno, presenta la dichiarazione dei redditi dichiarando la pensione e il quadro A reddito dominicale e reddito agrario (terreno a frutteto, risulta come frutteto anche al catasto terreni).
    Il pensionato che in effetti utilizza (coltiva) ancora il terreno agricolo, come ulteriore fonte di reddito agrario (dichiarato) per integrare la sua pensione minima, ha diritto alle agevolazioni Ici per gli ex coltivatori diretti, visto che materialmente continua a coltivare il terreno, ma non è iscritto al registro delle imprese né ha partita Iva. Da un calcolo fatto secondo la delibera del Comune (€ 250,00 al mc minimo valore venale area edificabile deliberata dal comune aprile 2007) il pensionato dovrebbe pagare l’Ici come area edificabile circa € 10.000 all’anno (due volte la sua pensione lorda). Quindi è costretto a vendere il terreno per pagare l’Ici?
    Il principio della capacità contributiva art. 53 della Costituzione?

    Questo contenuto è riservato agli abbonati alle riviste Edagricole. Abbonati

    Sei abbonato a Terra e Vita o ad una delle altre riviste Edagricole e hai già effettuato l’accesso al sito?
    Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

    Sei abbonato ad una delle riviste Edagricole ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
    Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
    Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

    Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

    <p>Un pensionato ex Scau, con circa € 5.000 di pensione Inps all’anno, presenta la dichiarazione dei redditi dichiarando la pensione e il quadro A reddito dominicale e reddito agrario (terreno a frutteto, risulta come frutteto anche al catasto terreni).<br />Il pensionato che in effetti utilizza (coltiva) ancora il terreno agricolo, come ulteriore fonte di reddito agrario (dichiarato) per integrare la sua pensione minima, ha diritto alle agevolazioni Ici per gli ex coltivatori diretti, visto che materialmente continua a coltivare il terreno, ma non è iscritto al registro delle imprese né ha partita Iva. Da un calcolo fatto secondo la delibera del Comune (€ 250,00 al mc minimo valore venale area edificabile deliberata dal comune aprile 2007) il pensionato dovrebbe pagare l’Ici come area edificabile circa € 10.000 all’anno (due volte la sua pensione lorda). Quindi è costretto a vendere il terreno per pagare l’Ici?<br />Il principio della capacità contributiva art. 53 della Costituzione?</p>

    Agevolazioni ici
    - Ultima modifica: 2009-03-31T00:00:00+00:00
    da Daniele Gualdi
    Agevolazioni ici - Ultima modifica: 2009-03-31T00:00:00+00:00 da Daniele Gualdi

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome