L’uso di manodopera “extra”

    Agricoltura e lavoro occasionale.

    Domanda

    Sono socio di una piccola società agricola. Come molti piccoli viticoltori utilizzia- mo, durante la vendemmia, dei lavoratori della zona stagionali, tutto con regolare pagamento di contributi.
    Essendo inoltre la vendemmia ancora una festa (almeno per noi) ci piacerebbe in- vitare familiari e amici a partecipare all’evento. Mi dicono che purtroppo ciò non è possibile. Ossia è permesso il lavoro occasionale con il pagamento di un voucher ma solo a chi ha più di 60 anni, oppure è disoccupato, oppure è uno studente minore di 25 anni.
    La normativa sembra vietare qualunque uso di persone al di fuori delle liste brac- cianti del luogo... andando però a spulciare le varie leggi ho visto che sono ancora in vigore le figure di compartecipazione individuali e familiari o di coloni.
    Queste figure possono fare al caso nostro?

    È possibile usarle proponendo un contratto di compartecipazione con scambio lavoro-prodotti?

    Questo contenuto è riservato agli abbonati alle riviste Edagricole. Abbonati

    Sei abbonato a Terra e Vita o ad una delle altre riviste Edagricole e hai già effettuato l’accesso al sito?
    Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

    Sei abbonato ad una delle riviste Edagricole ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
    Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
    Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

    Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

    L’uso di manodopera “extra”
    - Ultima modifica: 2018-02-06T11:20:06+00:00
    da Roberta Ponci
    L’uso di manodopera “extra” - Ultima modifica: 2018-02-06T11:20:06+00:00 da Roberta Ponci

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome