Per migliorare la produttività attenti a non alterare l’ecosistema

    Tartufaie controllate o coltivate.

    Domanda

    Nella Regione Marche possiedo un’azienda agricola dedicata a seminativi e con 40 ha di bosco, in zona ex Comunità montana. Mi sembra possibile realizzare quanto illustrato dalla Giunta regionale in merito e con delibera 61 del 9/2/2015, ma gradirei un parere. In una piccola parte, circa 6.000 m, già è esistente una tar- tufaia autorizzata, recintata a norma e tabellata. Ora nei 40 ha vorrei riservarmi la totale raccolta: magari al prodotto dedicare un proprio marchio di tutela. Inol- tre data la notevole superficie chiedo anche se è possibile non eseguire recinzioni, ma solo predisporre tabelle perimetrali.

    Questo contenuto è riservato agli abbonati alle riviste Edagricole. Abbonati

    Sei abbonato a Terra e Vita o ad una delle altre riviste Edagricole e hai già effettuato l’accesso al sito?
    Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

    Sei abbonato ad una delle riviste Edagricole ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
    Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
    Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

    Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

    Per migliorare la produttività attenti a non alterare l’ecosistema
    - Ultima modifica: 2018-02-06T11:19:29+00:00
    da Roberta Ponci
    Per migliorare la produttività attenti a non alterare l’ecosistema - Ultima modifica: 2018-02-06T11:19:29+00:00 da Roberta Ponci

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome