Entro il 7 ottobre la valutazione rischi

    Depositi olio di oliva

    Domanda

    La nuova normativa (L. n. 154/2016) parla della possibilità di detenere nei propri depositi una quantità di olio fino a 6 mq , senza la necessità del Certificato Antincendio, da parte degli operatori agricoli. Vorrei chiedere se vi risulta che il limite massimo sia valido per i piccoli frantoiani e commercianti

    Risposta

    Con la modifica al comma 1 – art. 1 bis Dl. 91/2014 convertito nella Legge 116/2014, viene estesa anche ai depositi di olio di oliva la semplificazione relativa agli adempimenti per la prevenzione incendi per gli imprenditori agricoli che utilizzano depositi di prodotti petroliferi di capienza non superiore a 6 mc, anche muniti di erogatore. La nuova disposizione consente agli imprenditori agricoli (e non ai piccoli imprenditori) di essere esonerati da presentare la Scia. Si tratta pertanto di esonero soggettivo e non oggettivo riservato agli imprenditori agricoli, pertanto tutti gli altri soggetti e gli imprenditori agricoli il cui deposito supera i 6 mc sono tenuti agli adempimenti previsti dal regolamento di cui al Dpr. n. 151/2011. In attesa delle Linee Guida è consigliabile aggiornare il documento di valutazione rischi. Con il decreto “Milleproroghe” la scadenza per l’adeguamento è slittata al 7 ottobre 2017.

    CONDIVIDI