Niente prelazione sui titoli Pac

    Vendita tra confinanti coltivatori diretti

    Domanda

    Si stipula un preliminare con il quale si vendono terreni e titoli Pac. Viene inviato ad un c.d. confinante il quale esercita il diritto di prelazione.
    Nel rogito, al prezzo indicato nel preliminare, vengono trasferiti solo i terreni, dei titoli Pac non si dice niente. Sapendo che i titoli Pac si trasferiscono anche con scrittura privata registrata, si può sostenere in giudizio, per il riscatto, che il rogito è diverso dal preliminare? L’acquirente nell’aver lasciato i titoli Pac al venditore, questi può venderli ad altro, gli ha dato un guadagno extra, come se nel rogito si fosse indicato un prezzo diverso. Come si possono definire i titoli Pac?

    Risposta

    Per una risposta puntuale sarebbe opportuno leggere sia il compromesso notificato all’avente diritto alla prelazione sia l’atto finale di vendita. In ogni caso va precisato che il terreno e i titoli sono beni distinti. Il primo è un bene materiale, i titoli sono beni immateriali (“diritti all’aiuto”), che possono essere oggetto di contratti diversi del tutto distinti da quelli riguardanti il terreno. Va altresì precisato che, conseguentemente, il diritto di prelazione del confinante riguarda il fondo e non anche i titoli. Se ne potrebbe dedurre che se il prezzo indicato nel rogito è identico a quello notificato, il venditore abbia correttamente adempiuto al suo obbligo e, quindi, non vi sia materia che legittimi l’esercizio del riscatto.
    ...
    Leggi la risposta completa di Francesco Mario Agnoli su Terra e Vita n. 49-50/2016

    CONDIVIDI