Un’azienda che coltiva solo soia non ha nessun obbligo di greening

    Efa e diversificazione

    Domanda

    Vorrei porre alcuni quesiti in merito alle Aree di interesse ecologico, in seguito ad alcuni dubbi emersi dopo un confronto con i tecnici del nostro Organismo pagatore regionale.

    1) le aziende con superficie investita a leguminose superiore al 75% della Sau totale sono esentate solo dagli obblighi della diversificazione o anche da quelli delle Efa? A noi risulta che, ad es., un’azienda di 100 ha, che coltiva solo soia, non ha nessun obbligo di individuare 5 ettari su cui non deve fare trattamenti. L’indicazione che ci è arrivata è invece opposta.

    2) Nei terreni a riposo sono consentite alcune operazioni in deroga, per casi particolari (contenimento delle infestanti, miglioramento fondiario..). Queste lavorazioni sono consentite nel periodo 1/3-30/6? In caso affermativo, sia sul terreno a riposo generico sia su quello indicato come Efa?

    3) Gli ettari agroforestali e le superfici imboschite con Psr sono utilizzabili come Efa se erano ammissibili al pagamento di base nel 2015 e quindi nel 2008, ai sensi degli articoli 46  e 32 del reg. 1307/2013. Nel caso di superfici imboschite che soddisfano questo requisito, è possibile utilizzarle ai fini Efa anche se non godono più nel 2018 del sostegno Psr?

    4) Il requisito descritto al punto precedente riguardante l’ammissibilità vale anche per gli elementi caratteristici del paesaggio, o c’è deroga? Il problema riguarda in particolare fossati, margini dei campi, boschetti in campo, mai dichiarati come superficie ammissibile.

    5) Per quanto riguarda in particolare i margini dei campi, chiedo se esiste una definizione specifica. Dal confronto con l’Opr è emerso che durante le verifiche in azienda da parte della Commissione è stato specificato che le fasce inerbite (capezzagne, senza solco delle ruote visibile) sono considerate prato permanente.

    Questo contenuto è riservato agli abbonati alle riviste Edagricole. Abbonati

    Sei abbonato a Terra e Vita o ad una delle altre riviste Edagricole e hai già effettuato l’accesso al sito?
    Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

    Sei abbonato ad una delle riviste Edagricole ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
    Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
    Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

    Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

    Un’azienda che coltiva solo soia non ha nessun obbligo di greening
    - Ultima modifica: 2018-03-29T11:50:49+00:00
    da Barbara Gamberini
    Un’azienda che coltiva solo soia non ha nessun obbligo di greening - Ultima modifica: 2018-03-29T11:50:49+00:00 da Barbara Gamberini

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome