Abbandono del posto di lavoro: dimissioni o licenziamento?

    Chi si dimette non ha diritto alla Naspi

    Domanda

    Sono un lavoratore, originario della Puglia, assunto a tempo indeterminato da un’azienda lombarda. Mi ritrovo a dover ritornare a casa per motivi personali. Il titolare dell’azienda mi ha detto che lui non può licenziarmi e quindi dovrei dimettermi. Vorrei sapere: se mi dovessi dimettere perdo qualche diritto, ad esempio il Tfr?

    Questo contenuto è riservato agli iscritti al sito.

    Hai già effettuato la registrazione al sito?
    Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

    Non hai ancora effettuato la registrazione al sito?
    Registrati qui per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati: è un’operazione semplice e veloce.

    Abbonati a Terra e Vita o ad una delle riviste Edagricole per avere accesso all’intera banca dati dell’Esperto Risponde.

    Abbandono del posto di lavoro: dimissioni o licenziamento?
    - Ultima modifica: 2020-10-13T17:15:53+02:00
    da Barbara Gamberini
    Abbandono del posto di lavoro: dimissioni o licenziamento? - Ultima modifica: 2020-10-13T17:15:53+02:00 da Barbara Gamberini

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome